Ad un passo dal sogno

0
895

Le Finali di Conference

Eccoci finalmente al tanto atteso appuntamento con la doppia Finale di Conference. Domenica pomeriggio conosceremo il nome delle protagoniste del Nine Bowl 2015. Quattro squadre hanno lottato con tutte le loro forze per farsi trovare pronte all’appuntamento con la storia e nessuna delle contendenti vuole negare a sé stessa il sogno di poter vivere la magia di una Finale nazionale. I successori di Red Jackets e Steelers, che potranno quindi fregiarsi del titolo di South e North Champions 2015, saranno due di queste formazioni: Ravenna o Trento da un lato, Catanzaro o Grosseto dall’altro.

I motori cominciano ad accendersi la sera del 20 Giugno. A Marina di Ravenna i Chiefs attendono i Thunders. Stagione finora da incorniciare per Francesco Malta & company. Imbattuti e con una media punti realizzati da fare impallidire qualsiasi rivale. Sabato scorso, alla congiunta “festicciola” di compleanno organizzata per i coach Baldini e Agnoletti, per la serie Dio li fa e poi li accoppia (12 e 13 giugno le loro rispettive date di nascita), i ragazzi dei Chiefs hanno fatto le cose in grande, sparando i fuochi d’artificio e annientando la resistenza dei valorosi e mai domi Red Jackets. Risultato: ravennati meritatamente in Finale di North Conference a sfidare i caparbi giallo-blu di Trento. I ragazzi di Franco Olivetto arrivano da molto lontano, dal turno di wild card, ma ciò non ha impedito loro di tracciare pian piano un percorso che è diventato infine un’autostrada che li ha portati dritti verso questo fondamentale appuntamento. “Chi esce, riesce”, si dice da alcune parti ed i trentini sono alla terza trasferta consecutiva. Dopo aver fatto bottino pieno a Piacenza e Bologna contro Wolves e Knights, i Thunders hanno la chance di centrare il più agognato degli obiettivi: il Nine Bowl.

Domenica pomeriggio a Catanzaro gli Highlanders ospitano i Veterans. Il sogno continua per gli all-blacks del sud, che proseguono il loro eccezionale volo sulle ali dell’entusiasmo. I gagliardi calabresi del neo-papà Massimo Marino (auguri, Coach – ndr) e dell’inossidabile Francesco Imbesi hanno acquisito fiducia. Sanno di essere sfavoriti dal pronostico nel confronto che li vedrà opposti alla corazzata Vets, ma sono coscienti di avere dalla loro parte parecchi elementi che potrebbero rivelarsi determinanti: in primis la grande capacità di dare il meglio di loro stessi nelle occasioni che contano, senza niente da perdere, senza paura, spinti solo dalla enorme voglia di far bene e di dimostrare che nonostante la perfezione sia irraggiungibile, lo sforzo profuso per raggiungere l’eccellenza…quello sì che può essere perfetto. E poi ancora, il fattore campo. In casa, sospinti dal loro pubblico, gli Highlanders possono far male a chiunque. I grossetani sono un osso duro però. All’indomani dell’impresa nella roccaforte degli Steelers, i ragazzi di Casciani hanno un solo obiettivo, il Titolo nazionale di III divisione. Lo hanno dimostrato ampiamente, hanno già mandato dei messaggi più che evidenti. Affrontano gli ex campioni in carica, li sconfiggono. Giocano in casa dei vice campioni e vincono…insomma, tutto si può dire, tranne che non abbiano le carte in regola per arrivare fino in fondo. Questa squadra possedeva già dinamicità, anima e talento, ma adesso è più matura e consapevole dei propri mezzi ed il buon Roger ha introdotto anche strategia, equilibrio e carattere, rendendola quadrata, solida e spietata. Che sfida, gente! Vinca il migliore.

Ufficio Stampa cif9.com

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO