Comincia col piede giusto la stagione degli Hurricanes

0
146

Hurricanes 42 – Mexicans 13

Inizia con il piede giusto la stagione per gli Hurricanes Vicenza, che in casa si impongono nettamente sui Pederobba Mexicans.
Un successo che ha visto un attacco in ottima forma, capace di realizzare punti sia su corsa che su lancio, mandando a tabellino ben 6 giocatori differenti. Nonché di un’attenta difesa che ha concesso un solo big play agli avversari nel corso di tutta la gara, mettendo inoltre a segno un ritorno di intercetto in touchdown e numerosi sack.

La cronaca

Partono in attacco gli ospiti che vengono subito costretti ad un 3 and out. Gaspari e compagni mettono in chiaro sin dall’inizio che per l’offense nero-verde sarà una giornata difficile.Palla dunque agli Hurricanes che non muovono la catena e dopo 4 lanci incompleti, lasciano la palla a Pederobba in prossimità della metà campo. E’ nuovamente la difesa vicentina a prevalere sull’attacco Mexicans, costringendoli al punt nonostante una buona corsa di Longo. Nel drive seguente saranno le corse di Fin a permettere a Vicenza di avvicinarsi alla goal line avversaria, che verrà varcata dal quarterback Muraro per il vantaggio. La trasformazione al piede di Cazzola è buona. 7-0 Hurricanes.
Vita breve anche per il terzo drive di Pederobba. I placcaggi di Casarotto e Balbo obbligano nuovamente l’offense avversaria al calcio di allontanamento. L’attacco vicentino, determinato, produce un ottimo drive che dopo due ricezioni consecutive di Ferraro, capitalizza con una corsa del running back Davide Fin. Il try è buono. 14-0 per i padroni di casa. La difesa berica per la quarta volta è abile nel tenere l’ovale nella metà campo avversaria, ma è un errore dello special team a riaccendere le speranze dei Mexicans.
Il ritornatore Camagna infatti, commette un muff, offrendo agli avversari un primo down sulle 12 yard difensive. Pederobba ringrazia e con un rocambolesco passaggio trova la segnatura, con il pallone che deviato dalla difesa atterra tra le mani del Receiver Pagani, abile a farsi trovare pronto nel raccoglierlo.
Nel try i Mexicans provano una finta di field goal, ma il Rookie Pauletto fa buona guardia e stoppa abilmente la palla vanificando l’azione avversaria. La replica dell’offense bianco-rosso-nera non si fa attendere e dopo le ricezioni di Bolcato e Cazzola, sarà Camagna a trovare il touchdown su lancio, facendosi perdonare l’errore commesso in precedenza.
And the try is good! 21-6 per Vicenza.
Successivamente, la difesa blocca nuovamente l’attacco guidato da Mattia Romanato, restituendo la palla alla propria offense sulla linea delle 23 yard Mexicans.
Muraro prima e il rookie Hyde poi, accorciano la distanza su corsa.
Consentendo a Ferraro di realizzare su ricezione nel play successivo.
Questa volta il calcio di trasformazione viene bloccato, portando così il punteggio sul 27 a 6 per Vicenza. Ma c’è ancora spazio per l’attacco di casa nel finale di primo tempo, grazie all’ennesimo 3 and out a danno di Pederobba.
Con pochi secondi rimasti da giocare e il pallone sulle 40 yard difensive, Muraro completa due volte su Ferraro e una su Camagna, fermando il cronometro appena prima dello scadere a 21 yard dalla meta. Nell’ultimo gioco del primo tempo, il QB vicentino trova Cazzola in Post, che riceve in salto atterrando però ad una sola yard dalla goal line avversaria. Il Referee manda così le squadre negli spogliatoi sul 27-6 per i berici.
Il secondo tempo si apre con Vicenza in attacco con il runningback Hyde in grande spolvero, che insieme alle ricezioni di Cazzola e Camagna permette all’offense di percorrere tutto il campo, varcando l’end zone con Ferraro che lasciato libero, ricevere il secondo touchdown personale di giornata. Il try da due punti è realizzato da Fin. 35-6 Vicenza
Ma arriva la reazione d’orgoglio di Pederobba che con un big play trova di nuovo la segnatura, grazie al receiver Dall’Ozzo che riceve una slant e percorre ben 53 yard lasciandosi alle spalle i difensori avversari. Il calcio di Pagani è dentro. Hurricanes 35 – Mexicans 13
L’ultimo periodo, ad eccezione di qualche sprazzo di gioco offerto dai lanci completi del quarterback Sauro per Cazzola e Zancan, sarà a totale appannaggio delle difese.
Superlativa quella di casa, capace di mettere a segno sack a ripetizione con Gaspari, Balbo e Melchiorre. E di andare a tabellino con un intercetto del Rookie Boraso, abile nel ritornare per 73 yard e di chiudere definitivamente lo score sul 42 a 13 finale.
Tanta soddisfazione per la dirigenza non solo per il risultato ma anche per il riscontro del pubblico presente, Con gli spalti gremiti e la recinzione perimetrale affollata di sostenitori, pronti ad incitare tutti gli atleti dal primo all’ultimo minuto.
Parole di encomio da parte dei coach per tutto il team, ma con particolare riguardo ai Rookie Boraso, Savegnago e Pauletto. Trio di defensive back che ha dimostrato di avere un gran futuro davanti a sé. Ora l’attenzione è già sulla prossima gara di campionato in programma per Domenica 10 Aprile a Bolzano. Gli avversari saranno i Giants e in palio ci sarà la testa del girone.
(ph. Martino Campesato)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO