Continua il volo dei Grifoni. Pirates: primo acuto stagionale. Agli Highlanders il derby calabrese.

0
452

Il settimo turno di Campionato ci regala poche ma interessanti sfide da nord a sud. I Pirati festeggiano il loro primo successo 2016, gli Islanders proseguono la loro inarrestabile corsa nel girone H, preziose vittorie esterne per Perugia, Catanzaro e Massa.

A Pescara i Grifoni battono i Crabs 21 a 0. Sempre più sorprendenti e sempre più “squadra” i ragazzi guidati da Stefano Caligiana, protagonisti ancora una volta di una prestazione che riesce a coniugare efficacemente la versatilità dei propri player e la loro generosità. In campo in formazione rimaneggiata, non solo per l’esiguo numero di giocatori a roster, ma anche per l’assenza di diversi elementi, i biancorossi perugini espugnano il terreno di gioco dei loro rivali abruzzesi e portano a casa una vittoria che vale momentaneamente la testa del girone C. Per i Granchi di Colasante ennesima sconfitta, specchio di una stagione finora un po’ deludente. Difficile a questo punto dare una svolta ad un 2016 avaro di soddisfazioni, ma i pescaresi non vogliono mollare e devono concentrarsi sugli ultimi, decisivi impegni: a Cave ospiti dei Miners ed in casa contro i fortissimi Steelers.

Tutto facile per gli Islanders che tra le mura amiche dello stadio del rugby di Mirano sconfiggono i Mexicans per 47 a 0. I nero-verdi di coach Pulpito stanno accumulando esperienza e confrontarsi con una delle squadre migliori dell’intero torneo di quest’anno non può che fargli bene. D’altro canto i Blueteal di Daniele Annibale, consapevoli di sfidare una compagine non ancora esperta, impostano la loro strategia offensiva prevalentemente sui passaggi, riuscendo a bucare la retroguardia trevigiana con grande continuità. Una nota di merito anche e soprattutto alla difesa veneziana, che porta a termine il terzo incontro consecutivo senza subire punti.

pirates

A Savona i Pirates battono i Blitz col punteggio di 28 a 7. Primo quarto equilibrato coi ragazzi di Paolo Marafante che riescono a contenere le sortite dei padroni di casa, fino a ieri ancora a secco di sconfitte e di conseguenza desiderosi di invertire il trend negativo che ha caratterizzato l’inizio della loro stagione. L’equilibrio viene rotto nel secondo quarto quando due corse (di Leoni la prima e di Moreno la seconda) mettono a tabellone i primi punti per i savonesi. Colombo trasforma in entrambe le occasioni e si va sul 14-0. Prima dell’intervallo reazione d’orgoglio per i gialloblu che accorciano le distanze, andando a riposo sul 14-7. Nel secondo tempo i Pirati mettono a segno altri due TD, fissando lo score sul 28 a 7 e scrivendo la parola fine sul match. Primo successo stagionale per i neroazzurri della riviera che sperano, attraverso questa tanto attesa affermazione, di cambiare rotta. Per i Blitz terza sconfitta su altrettante partite. Non sarà di certo una consolazione, ma essere capitati in uno dei gironi più tosti di questo Campionato deve infondere comunque nel rinnovato team canavesano fiducia nei propri mezzi e voglia di continuare a crescere.

Il derby calabrese continua a colorarsi di nero e oro. Sono infatti gli Highlanders ad aggiudicarselo, superando gli Achei col punteggio di 20 a 7. Partita dura e ricca di confronti fisici avvincenti tra i protagonisti in campo. Nel primo tempo le segnature di Antonio Mosca e Luca Giordano portano avanti la formazione guidata da Max Marino. Ripresa più equilibrata, con i padroni di casa che provano a rimontare. Il Touchdown di Hermann Falbo illude però i crotonesi che subito dopo vedono la loro end zone nuovamente violata dalla corsa di 35yd di Giordano. Finisce 20 a 7 per gli ospiti che collezionano il loro terzo successo in campionato e la doppia vittoria in altrettante sfide contro i rivali conterranei.

luca-giordano

A Cecina, al cospetto dei Trappers, i White Tigers colgono un’importante affermazione che li proietta all’inseguimento del secondo posto nella division H, attualmente occupato dai Sirbons, ma solo in virtù del risultato dello scontro diretto disputato a Cagliari a fine febbraio. Il TD iniziale di Cappellini fa sperare in una gara equilibrata, ma da lì in poi cala il buio sulla formazione cecinese e si accendono i riflettori soltanto su Rugani e Petrucci che finalizzano abilmente le iniziative offensive delle Tigri massesi e trascinano i loro compagni verso una larga vittoria (49 a 7).

I COMMENTI DEL DOPO GARA:

Alessio Ponsini [Grifoni]: “Arriviamo a Pescara in 15 giocatori e 20 tra staff e infortunati, consapevoli che non sarebbe stata facile, complimenti ai ragazzi di Pescara con cui è sempre un piacere giocare, son sempre molto corretti. Complimenti a noi e specialmente alla nostra difesa che era tra l’altro anche ‘l’attacco’. Go Grifoni!”

Luca Giordano [Highlanders]: “La vittoria di oggi è frutto di una buona prestazione di tutta la squadra, grazie alla collaborazione dei ragazzi ho potuto dare il meglio e portare il mio contributo per questa importante vittoria che ci vede matematicamente qualificati ai playoff come secondi nel girone. La squadra è scesa in campo con un roster ridotto a causa degli infortuni subiti, ma nonostante tutto ciò, il cuore e la voglia di vincere hanno prodotto il risultato sperato. Ora ci godiamo questa vittoria ma da domani testa alla partita contro gli Sharks Palermo del 1 maggio. Go Highlanders!!!”

Giuseppe Pulpito [Mexicans]: “Partita vinta da una squadra che è tra quelle favorite. I miei ragazzi hanno dato il massimo e hanno fatto delle buone cose. Dopo questa partita si tratta soltanto di lavorare e di continuare a crescere, come stiamo facendo. Momenti positivi e cose su cui lavorare”.

Dario Bottaccioli [Grifoni]: “Soddisfatti della prova di squadra, ora possiamo prepararci pensando alla gara contro Terni, senza pressioni di risultato; contento di avere dato il mio contributo alla squadra, nella speranza di recuperare i compagni oggi assenti per infortunio. Un plauso ai Crabs per la preparazione a questa gara, in cui ci hanno messo in difficoltà nonostante il verdetto espresso dal risultato finale”.

Davide Cavallucci [Grifoni]: “Grande l’impegno delle due squadre, buona la prestazione della nostra difesa ed in generale di tutta la squadra, che ha saputo immediatamente adattarsi alle numerose assenze che si contavano nel nostro roster”.

Alice Menaballi [Pirates]: “Sono contenta per la vittoria e per il gioco di attacco che ha portato oltre i touchdown anche delle ottime giocate. Quest’anno oltre ad avere un gioco nuovo abbiamo dovuto sopperire ad assenze pesanti ed ultimamente al quarterback. Nonostante queste problematiche, siamo comunque sulla buona strada. Ancora qualche errore di scarsa concentrazione da limitare, ma con molti nuovi innesti era prevedibile. Un grande complimento al junior Alex Cappuccio che ha segnato il suo primo touchdown e un grandissimo augurio di pronta guarigione al nostro ricevitore Nader Said infortunatosi sabato sera”.

Francesco Pizzuti [Achei]: “Complimenti agli Highlanders che dimostrano una perfetta gestione del parco atleti, limitato, ma di qualità. Coach Marino è riuscito ancora una volta a sfruttare al massimo le doti dei suoi player fondamentali come Luca Giordano diventato pilastro anche dell’attacco. Gli Achei si sono svegliati tardi a dimostrazione di una stagione di transizione e decisamente difficile. Unica nota positiva l’esperienza che i tanti rookies continuano a maturare in gara”.

Giuseppe Cosco [Highlanders]: “Sapevamo che la partita di oggi, derby sentitissimo, non sarebbe stata facile ma ci tenevamo a far bene. Con l’impegno e il sacrificio di tutti è arrivata una vittoria importantissima in chiave playoff. Avanti tutta e non molliamo un centimetro! Go Highlanders!!!”

 

|_

Foto e contributi video: Patricia Pace, Domenico Scalzo, Eugenio Meini

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO