Crusaders: Arrivano i “martelli” di Desio

0
488
Un Paolo Sitzia molto riflessivo (Foto Giulia Congia)

FARE BENE CON MOLTA ATTENZIONE

A furia di martellare, il chiodo alla fine riesce a conficcarsi. La giusta metafora per spiegare l’andamento delle due franchigie che col tempo riescono a stupire gli addetti ai lavori. Hammers e Crusaders hanno fatto tremare rispettivamente Rams e Bengals ed ora sono alla ricerca di una stabilità organica che potrebbe essere decisiva per il rush finale della regular season. Entrambe dovranno fare tabula rasa della sfida d’andata, ormai remotissima considerata l’acqua che si è riversata sotto i ponti nel frattempo. Allora vinsero i cagliaritani, ma nessuno sente già in tasca un altro successo, sebbene molto ben accetto. “Nulla ci deve distrarre dal nostro obiettivo che sono i play off – avverte il presidente crociato Emanuele Garzia – e tantomeno la quasi vittoria con i Bengals deve provocare facili illusioni. Non dobbiamo sentirci aprioristicamente superiori agli Hammers perché le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo. Se in campo metteremmo a frutto tutto ciò che è stato prodotto durante gli allenamenti allora potremmo aspirare ad un risultato positivo, magari incamerando più punti possibili perché risulterebbero utili ai fini dei calcoli per il ripescaggio alla seconda fase. I ragazzi sinceramente li vedo carichi al punto giusto per fare bene anche in proiezione Rams, fra una settimana: è l’unica avversaria che fino ad ora ci ha fatto veramente male”.

Il presidente Emanuele Garzia (Foto Battista Battino)
Il presidente Emanuele Garzia (Foto Battista Battino)

Gli atleti si impegneranno a fondo anche per venire incontro alle sollecitazioni dello sponsor Cliniche Odontoiatriche Dental Più di Sassari, Nuoro e Sanluri. Grazie alle recenti e ottime prestazioni in campo, riceve degli importanti input in chiave commerciale.

CAMPIONATO ITALIANO FOOTBALL A 9 2023 FIDAF – GIRONE C – WEEK 11
CAGLIARI – C.S Monte Claro – Via Cadello N°9 – 14/05/2023 – Ore 12:30

CRUSADERS CAGLIARI vs HAMMERS MONZA BRIANZA 

 

SI PREANNUNCIA UN’ALTRA GODIBILE SFIDA

Della trasferta a Desio si ricorderà l’inizio stentato e poi l’epilogo vittorioso ma tutt’altro che semplice. Quell’esordio rocambolesco forse alimentò un’ingiustificabile boria nei crociati che successivamente, al cospetto degli arieti milanesi, furono umiliati al punto giusto davanti al proprio pubblico. Segui una reprimenda da parte del coaching staff che giustamente non gradì vedersi disattese le indicazioni distribuite con tanta pazienza e sacrificio nella preparazione al match. Da lì in poi rimbrotti e carezze distribuiti salomonicamente sono serviti a correggere il tiro ed attualmente le aspettative sono decisamente cambiate. L’head coach Tim Tobin vede così la nuova sfida casalinga: “Entrambe le squadre sono migliorate – dice – ma si tratta di capire chi è migliorato di più. Assisteremo ad una gara combattuta e l’esito finale dipenderà da chi farà più giocate importanti per mantenere lo slancio. I giocatori giovani stanno acquisendo maggiore consapevolezza ma siamo solo all’inizio. Chiederò essenzialmente ai ragazzi di fermare i blitz interni e far correre la palla: se così fosse assisteremmo ad una bella partita e le premesse sembrano buone. L’ultima sfida con i Bengals è stata emozionante; i numerosi tifosi presenti hanno sostenuto e apprezzato la squadra per quello che sono riusciti a fare. Penso che se gli arbitri facessero fluire il gioco esentandolo da chiamate discutibili, si potrebbe assistere ad una partita ricca di spunti ed io ci credo in questo. E anche i supporters, di conseguenza, si divertiranno. Venite a Monte Claro”.

Tim Tobin (Foto Giulia Congia)
Tim Tobin (Foto Giulia Congia)

Interviene pure l’offensive coordinator Aldo Palmas: “Abbiamo visto le partite degli Hammers e ovviamente rispetto ai loro esordi sono molto ordinati in difesa e all’aggressività che avevano già mostrato all’andata hanno aggiunto anche disciplina. Vincerà chi in queste settimane è riuscito ad assimilare meglio le tecniche impartite dagli allenatori. Per quanto ci riguarda la tensione è alta ad ogni allenamento, non vogliamo rinunciare ai playoff, quindi dobbiamo impegnarci al massimo per vincere”.

AUGURI DI BUON COMPLEANNO AL FIGLIOL PRODIGO DONATO MURGO

Una voglia irrefrenabile di migliorare e fare del bene per tutto il collettivo studiando a fondo lo scibile del football. Donato Murgo è fatto così, anche perché col doppio ruolo deve avere una visione tattica più ampia. A due giorni dalla sfida con i martelli l’ex “pilone” ed ex Sirbons pugliese è ancor di più motivato perché sta spegnendo 39 candeline e l’entusiasmo della prima volta appare immutato.

Donato, intanto auguri di buon compleanno

Grazie di avermi ricordato che non sono più di primo pelo, specie per questo sport. Dopo un anno di intervallo mi sembrava corretto e molto stimolante tornare a vestire di nuovo la maglia nero argento.

Evidentemente indossarla ti aveva procurato particolari emozioni

Ho sempre condiviso in pieno il progetto che in parte era iniziato quando i Cru mi hanno accolto in prestito nella stagione 2020/2021 e di cui ancora conservo un gran bel ricordo. Ritengo che sia giusto ricambiare partecipando a questa crociata accasandomi definitivamente con loro.

Cosa hanno di così speciale questi Crusaders?

Ho ritrovato tanti amici e coetanei ma altrettanti visi giovani con importanti doti fisiche e voglia di fare. Nonostante l’aumento delle sfumature bianche nei capelli e nella barba è proprio questo mix prepotente di esperienza ed energia allo stato puro lo stimolo maggiore per continuare a calcare i campi da football.

Agonisticamente parlando ti senti sempre lo stesso?

La forma mentis non è cambiata nel tempo: giusto sacrificio e poi il rispetto per sé stessi, per gli altri e nei confronti delle regole. Non meno importanti altri dogmi da rispettare come la puntualità negli allenamenti ed evitare di commettere troppi falli in campo. L’osservanza di tutti questi aspetti mi ha consentito di non steccare nessun appuntamento da quando ho iniziato, otto anni fa, con il CIF9. Questi sani principi, se applicati specialmente dai più giovani, rappresentano la giusta chiave per puntare ad una svolta, non molto lontana a mio parere, da ciò che la dirigenza e il coaching staff sta plasmando con saggezza e pazienza in ottica seconda divisione. Non la vedo una missione impossibile.

Che idea ti sei fatto degli Hammers?

È una squadra spigolosa e ostica, amante prevalentemente dello scontro fisico e con una difesa arcigna. Lo hanno dimostrato all’andata, sebbene abbiano perso in casa contro di noi. La vittoria con i Gorillas e la sconfitta di pochissimi punti contro Rams ne sottoscrivono un’indubbia crescita. Sicuramente è da non sottovalutare, ma anche noi abbiamo fatto tanti progressi e nella nostra terra troveranno pane, durissimo aggiungerei, per i loro denti.

L'assistant Coach Walter Serra (Foto Giulia Congia)
L’assistant Coach Walter Serra (Foto Giulia Congia)

Ho saputo che ti chiamano Bumblebee.

Si Bumblebee (sorride e gli si illuminano gli occhi), è il personaggio che ha dato inizio alla nota saga dei robot; è il soprannome che mi ha dato Tim Tobin per la mia somiglianza in fisicità postura e poca raffinatezza nel contatto, per usare un eufemismo, essendo appunto un’auto l’origine del soprannome.

Cosa pensi di Tim Tobin?

È il classico padre di altri tempi, da bastone e carota, direi più bastone o carota “agrodolce”. Maniaco della forma fisica, molto sanguigno nel trasmettere le sue conoscenze e parecchio empatico. Ci fa da scudo fisicamente in prima persona, proteggendoci dalle distrazioni esterne, sviste arbitrali o provocazioni di ogni genere fatte dagli avversari o pubblico che siano, predicando serenità e concentrazione in tutte le fasi di allenamento e partita.

Altri particolari?

Un marchio di fabbrica che lo contraddistingue è la frase “on the belly”, tradotto “sulla pancia”, sinonimo di corsa, scatti e tanta fatica, non con pochi disappunti tra noi atleti specie perché aumentano le ripetizioni per ogni ritardatario (sorride con affetto). È grazie al suo importante insegnamento se siamo arrivati a questi ottimi livelli fisici, senza dimenticare la costante lucidità mentale ormai ben distribuita nell’arco dell’intera partita.

Hai il pregio di conoscere molto bene difesa e attacco

Merito della mia costituzione fisica che si addice ai due ruoli specifici. Non meno importanti sono la forma mentis in generale che non mi stancherò mai di osannare. E poi la costanza negli allenamenti. Tutti elementi che favoriscono una discreta visione del football americano a 360 gradi e costruiscono di giorno in giorno un bel bagaglio di esperienza. Diventi così un importante e duttile atleta utile alla causa. Sia da Fullback, sia in linea difensiva, serve fisicità, determinazione e intelligenza. Soprattutto nel fare ciò che ti viene insegnato ed impartito al momento ed in entrambi i casi, con lo studio meticoloso degli schemi, perché senza o con superficialità non si va da nessuna parte.

Giuste considerazioni

Non ho finito. A proposito di studio e dedizione, prendo la palla al balzo. Oggi “festeggerò” il mio compleanno di mattina con la famiglia, la sera in campo con la squadra, e in serata inoltrata assieme al mio “branco” con il puntuale e prezioso briefing prepartita tenuto dal capobranco coach Nanni Defensive Coordinator!

Siamo in chiusura

Ringrazio l’ufficio stampa Crusaders per questa nuova e stimolante intervista. Saluto tutti i lettori e sostenitori di questa grande realtà. Non meno importante la mia famiglia a due e quattro zampe per il solito sostegno e pazienza nell’accompagnarmi in questa duratura avventura del football americano. Un doveroso saluto speciale ai colleghi di lavoro per la loro comprensione nel concedermi preziosi spazi da poter dedicare alla maggior parte degli allenamenti. Ma soprattutto a non farmi mancare ininterrottamente a nessun appuntamento di questi fantastici quasi otto anni di Sardegna con alle porte il trentanovesimo match consecutivo in programma domenica. Mi raccomando non mancate, vi aspettiamo calorosi come sempre a Cagliari nel solito impianto sportivo!

Ufficio Stampa Crusaders Cagliari

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO