Crusaders: Sfida casalinga decisiva

0
353

UNA MATCH DAI MILLE BRIVIDI

Dentro o fuori. Nella storia ultraventennale dei Crusaders Cagliari è accaduto di rado che all’ultimo impegno della fase regolare fossero ancora incerti i destini futuri. Si è arrivati a questo “mini nine bowl” perché la franchigia cagliaritana è stata inserita in un girone di ferro dove tutte e quattro le protagoniste hanno recitato una parte da protagoniste alternando prove epiche ad altre funeste.

I Minatori sono rientrati prepotentemente in gioco con la vittoria ottenuta nei confronti dei Duks che forse, dopo aver espugnato il campo di Monte Claro, si erano cullati troppo sugli allori. Ma gli atleti di Roma Sud hanno fatto macinare un attacco che può contare su un reparto corse eterogeneo e sempre ficcante, quindi anche i gladiatori indigeni sono avvertiti: tutto potrà accadere sotto il cielo del capoluogo sardo.

Aldo Palmas indica un intruso peloso in campo (Foto Battista Battino)
Aldo Palmas indica un intruso peloso in campo (Foto Battista Battino)

“Sarà una partita difficile sia emotivamente, sia fisicamente – commenta l’head coach crociato Aldo Palmas – ma se vinciamo siamo sicuramente nei playoff; se perdiamo rischiamo di andare anzitempo in vacanza”. Ecco che idea si è fatto dei prossimi avversari, peraltro battuti in casa loro nella gara d’andata: “Fisicamente loro sono molto più pesanti di noi quindi sarà difficile sviluppare un gioco di corsa efficace e costante”. Conforta sapere che il roster locale goda di buona salute: “La situazione infermieristica sembra quasi risolta – afferma Palmas – ma attendiamo gli ultimi nullaosta da parte dei medici; sembra che potremmo scendere in campo con la rosa completa”. Chiude con una dichiarazione perentoria: “Io e gli altri coaches giocheremo per vincere e staccare il biglietto per i playoff; spero che i giocatori non si facciano bloccare dall’emozione e che siano tutti pronti a dare il massimo”.

Il presidente Emanuele Garzia (Foto Battista Battino)
Il presidente Emanuele Garzia (Foto Battista Battino)

Il presidente Emanuele Garzia si affida al sempre caloroso apporto dei supporters: “Sono molto importanti, incitano a più non posso i loro beniamini, spero che anche col vento impetuoso previsto dal meteo si possa imbastire un tifo che risulti essere il decimo giocatore in campo. Abbraccio virtualmente tutti i nostri atleti, purtroppo non sarò con loro domenica a dare manforte in una battaglia che testimonia quanto sia stato equilibrato il nostro girone”.

 

WEEK 11
CAGLIARI (RM) – C.S. Monte Claro – Via Cadello, 9 – 05/05/2019 – Ore 13.00
CRUSADERS CAGLIARI
MINATORI AUDACE 1919 ROMA SUD

Matia Pisu si invola (Foto Giulia Congia)
Matia Pisu si invola (Foto Giulia Congia)

PAROLA AL VETERANO PER ECCELLENZA

Il più forte giocatore sardo di tutti i tempi è ancora in campo e nella sua versione over 40 è di grande esempio per i compagni molto più giovani. Matia Pisu continua ad essere una pedina fondamentale: sia in difesa, sia in attacco non si risparmia mai, come se stesse giocando una finalissima all’infinito. “Stiamo dando intensità agli allenamenti per prepararci al meglio – dice il ferroviere – e devo ammettere che si respira entusiasmo in generale. Tra l’altro questo campionato, molto equilibrato e che si deciderà allo sprint, sta mettendo in mostra ottimi giovani sia nelle squadre avversarie sia ovviamente nella nostra. Mi auguro che si possa continuare il processo di crescita e rinnovamento che passa attraverso il lavoro svolto sul campo. Finora sta sortendo i suoi effetti perché noto che i miei compagni certi errori non li commettono più. Invito gli amici e i simpatizzanti a sostenerci per la partita contro i Minatori”.

Efisio Melis saggia i palloni (Foto Battista Battino)
Efisio Melis saggia i palloni (Foto Battista Battino)

UN ALLENATORE PER VOLTA: LE RISPOSTE DI EFISIO MELIS

Non sembra vero, ma sono passati più di sette anni da quando Efisio Melis decise di abbandonare l’agonismo per buttarsi in prima persona nell’educazione degli Special Team.

Rimpiangi i tempi in cui giocavi o va bene così?

Va bene così, siamo tutti importanti per la squadra a prescindere dal ruolo che ricopriamo.

In questi anni com’è cambiata la tua visione degli Special Team?

Tutti i coach americani giunti a Cagliari hanno portato qualcosa di diverso; ma è meglio fare special team semplici.

Le tue impressioni sulla squadra a una giornata dal termine della regular season

La squadra è motivata, stiamo cercando di preparare la partita nel miglior modo possibile

Come è il rapporto con gli altri allenatori dello staff?

Vado d’accordo con tutti, ci aiutiamo a vicenda

Qual è la maniera migliore per trasmettere uno schema ai giocatori ?

Provarlo in allenamento, non si può improvvisare

Cosa ti aspetti da questo finale di stagione?

Posso rispondere domenica a fine partita?

Sono importanti i tifosi sugli spalti?

Credo che siano una spinta in più per cercar di far bene

Hai qualche sogno nel cassetto?

Ne ho più di uno, per ora li tengo ancora nel cassetto.

Aggiungi quello che ti pare

Speriamo di recuperare qualche infortunato, e forza Crusaders!

 

Ufficio Stampa Crusaders Cagliari

foto Battista Battino e Giulia Congia

Dalle retrovie (Foto Giulia Congia)Facce crociate (Foto Giulia Congia)

Matia Pisu si invola (Foto Giulia Congia)
Matia Pisu si invola (Foto Giulia Congia)

Marco Mulleri (Foto Battista Battino)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO