Hammers: That’s all folks!

0
336
Predatori vs Hammers

Finisce con una sconfitta la lunga notte di sabato 14 nella tana dei Predatori: 35 a 6 il risultato finale di una partita in cui gli Hammers si sono fatti valere solo per il primo tempo (7-6), per poi non riuscire a produrre più nulla e soccombere senza guizzi di gioco agli implacabili avversari.

I primi due quarti vedonio un netto predominio di entrambe le difese, scalfite solo nel secondo quarto da una corsa di Bisso per i Predatori e da un pass di Marelli per Fagarazzi, ed è solo per via del fallimento della trasformazione da due punti che i neroverdi non vanno al riposo in vantaggio sui padroni di casa. Il terzo e il quarto quarto, invece, raccontano tutt’altra storia: gli Hammers, probabilmente rimasti con la testa negli spogliatoi, commettono un errore dietro l’altro: snap troppo lunghi che regalano una safety ai padroni di casa, poca sintonia tra Qb e Wr e una difesa che non riesce a contenere le implacabili corse di Vandelli, Bisso e Dellepere, restituiscono un sonoro 35-6 che annulla qualunque speranza dei brianzoli in chiave playoff.

Predatori vs Hammers
Predatori vs Hammers

Gli avversari si sono preparati molto bene a questa partita. Hanno sfruttato i loro punti di forza in attacco e sono riusciti a capire come metterci in difficoltà, con la loro difesa, nella nostra fase offensiva. Questo non ci ha permesso di produrre gioco“, riassumono i nostri coach nei loro discorsi nell’huddle finale.

Innegabile che all’ultima partita di campionato la squadra sia arrivata un po’ scarica, più di personale (per le numerose assenze in allenamento e partita a causa di infortuni più o meno gravi, tra cui l’ultimo occorso a Lorenzo Schilirò proprio sul campo di Chiavari e a cui facciamo i nostri auguri di pronta guarigione) che di motivazioni dato che la possibilità di agguantare un ultimo posto per i playoff ingolosisce chiunque.

Predatori vs Hammers
Predatori vs Hammers

La stagione 2022

Nell’ultima partita di campionato ci si ritrova spesso a fare un bilancio dell’annata piuttosto che parlare della sfida appena conclusa e noi non facciamo eccezione.

Una stagione partita con molte incertezze, tante speranze e qualche intoppo di troppo. L’inizio è stato lento, segnato da molti nuovi rookie e molti giovani impegnati nei campionati giovanili di categoria nelle fila dei Seamen e Rhinos. Rispetto alle annate precedenti la squadra ha potuto iniziare a lavorare al completo da Gennaio e, per varie vicissitudini occorse nei mesi, è innegabile che il percorso sportivo di preparazione al campionato sia stato rallentato e non organico. Qualche sbavatura c’è stata, così come qualche rallentamento non preventivabile. Non è solo questa la ragione che ha portato ad un pessimo risultato, che in casa Hammers non si vedeva ormai da anni. Anche questo è un segno che questo è stato un anno di ripartenza: se durante le partite si sono viste delle diversità rispetto a quanto la formazione ci aveva abituato, ovvero il riuscire a entrare subito in partita e non essere costretti ad inseguire, è vero che alle difficoltà si è aggiunta l’incapacità di reggere, mentalmente e fisicamente, tutti i quattro quarti nelle singole partite. Se il collettivo ha evidenziato qualche problema fra reparti, è innegabile che le capacità dei singoli siano prepotentemente emerse. L’obbiettivo della nuova stagione per i coach sarà innanzitutto cercare di amalgamare meglio le capacità dei singoli in modo che si crei la squadra competitiva che si è vista soprattutto nei primi tempi di queste poche partite.

Nonostante tutto, c’è chi riesce a festeggiare anche nella peggior annata Hammers da anni: in un lungo post su Facebook, coach Robert Bloomhuff elogia il lavoro del suo reparto, i ricevitori. “In una stagione senza vittorie, non solo i ricevitori degli Hammers hanno segnato tutti i touchdown della squadra, ma hanno anche stabilito il record di ricezioni (63, 16 a partita) e passing yards (750, 188 a partita). Considerando che i precedente records sono stati stabiliti in 6 partite, nel 2022 i ricevitori sono riusciti a sbaragliarli in sole 4 partite, provando statisticamente che sono i migliori ricevitori degli Hammers di sempre. Ovviamente, questi records sono dovuti anche agli sforzi e ai sacrifici personali di tutto l’attacco degli Hammers”.

Predatori vs Hammers
Predatori vs Hammers

Programmi per il futuro

Senza il raggiungimento dei playoff, gli obbiettivi si spostano subito sulla prossima stagione 2023.

Il primo appuntamento della stagione è sempre stato la Festa dello Sport di Desio che giusto quest’anno viene anticipata a Giugno. Appuntamento quindi nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 giugno, un’occasione per tutti i nuovi sportivi interessati al football americano o al flag football di iniziare a giocare con noi e conoscere le attività sportive della società.

Nei piani della prossima stagione rientrano anche i campionati giovanili di flag football, quest’anno saltati per il passaggio a tackle di molti giocatori e per l’esigua presenza di giovani che hanno comunque proseguito per tutto l’anno le attività su campo senza riuscire a partecipare ai campionati nazionali.

Sul lato football americano tackle ci saranno dei nuovi appuntamenti ed obbiettivi. Il primo e più importante è quello di partecipare al Cif9 2023 ma, prima di questo, ci saranno in campo i ragazzi impegnati nei campionati giovanili: scopriremo prossimamente quale squadra sarà scelta quest’anno dai giocatori. Per i rookie che necessitano di fare “chilometri” sul campo, le soluzioni individuate dalla dirigenza sono molteplici e saranno valutate insieme alla squadra per sondarne le possibilità.

Ufficio Stampa Hammers Monza e Brianza

Foto Stefano Bazzon, Nicole Radice

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO