I Wolverines si rialzano

0
774

Archiviata l’opaca prestazione contro i Predatori Golfo del Tigullio, i Wolverines tornano alla vittoria e lo fanno in modo convincente e autoritario contro una nobile decaduta del football italiano.

La squadra piacentina vista sul Comunale di Bienate contro i Frogs è stata semplicemente troppo forte per una compagine volenterosa ma inesperta, incapace di arginare Amadasi e compagni. I rossoneri hanno saputo pescare a piene mani nel proprio arsenale offensivo per chiudere la questione già nel primo tempo, martellando con il gioco aereo una difesa neroargento che mai è riuscita a contenere la batteria di ricevitori dei Wolverines.

46a642a8-552a-4c52-a213-7971099614a4

Boulakchour, Fontanella, Piedimonte, Scarano e Gorlani, al rientro dopo l’infortunio subito ad inizio campionato, hanno creato un gap di 40 punti già al termine del primo tempo che non ha lasciato agli avversari alcuna possibilità di replica.

E se l’attacco ha brillato, la difesa, pur priva di pedine importanti, non è stata certo da meno, asfissiando gli avversari dall’inizio alla fine (al termine dell’incontro cinque turnover all’attivo e un pick six di Bece dopo una galoppata in progressione di oltre 50 yard su ritorno di intercetto). Con la vittoria di sabato sera (48-10 il finale) i Wolverines sono ora padroni del proprio destino e possono guardare con rinnovata fiducia all’ultimo impegno di regular season, una partita che vale l’intera stagione.

L’imperativo è battere i Rams Milano, già sconfitti 38-36 all’esordio casalingo, tra tre settimane per centrare l’obiettivo playoff. Dentro o fuori. Una partita senza domani, da giocare senza paura, a viso aperto dall’inizio alla fine con la consapevolezza di poter vincere.

Ufficio Stampa Wolverines Piacenza

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO