Islanders, vittoria e playoff

0
483

I bluteal si impongono a Ferrara 22 a 16 in una gara ricca di emozioni che vale la leadership del girone G. Coach Mondin: «Obiettivo raggiunto giocando come sappiamo».

Venezia, 16 aprile 2018 – Obbiettivo playoff raggiunto. Nella gara di sabato pomeriggio al Mike Wyatt Field di Ferrara, arriva la quinta vittoria in campionato  per gli ISLANDERS Venezia, che vale la testa del girone G e la conquista matematica di un post ai Playoff. Partita difficile e tirata, ma i bluteal  hanno saputo essere piu’ veloci, resistenti e determinati a portare a casa la vittoria, riuscendo in attacco ad adattarsi al gioco della difesa ferrarese e colpire gli spazi lasciati liberi. La difesa veneziana ha giocato una gara al disopra delle righe, riuscendo a creare almeno 3 cambi di possesso e subendo le segnature solo alcuni errori di attenzione. Con questa vittoria gli ISLANDERS portano il record stagionale a 5 vittorie e 0 sconfitte, che assicura l´accesso alla postseason 2018 e il primo posto nel girone non potendo piú le avversarie eguagliare tale record. Grande soddisfazione quindi nell´ambiente bluteal, ma adesso sarà necessario recuperare qualche infortunio e riorganizzarsi in vista dell´ultima gara di stagione regolare  in programma il  13 maggio a Rovigo ospiti degli Alligators, che potrebbe consentire agli ISLANDERS di chiudere il girone imbattuti.

La Cronaca

In un caldo pomeriggio, la sfida prende il via con le Aquile in attacco. I ragazzi di coach Mantovani però si trovano davanti una difesa ben messa in campo da coach Mondin, e sono costretti al punt.

Gli ISLANDERS si affidano alle corse di Longo, ma la difesa estense è pronta e compatta, e devono restituire il pallone. Le esperte Aquile spingono ed arrivano a giocare un quarto tentativo sulle 3 yrd bluteal. Di nuovo si alza la difesa veneziana che intercetta il pallone e annulla il pericolo. Romanato e soci iniziano a macinare campo e arrivano a giocare un fieldgoal nella redzone estense. Purtroppo il calcio di Barbaro é sbagliato e il primo quarto si chiude ad endzone inviolate. 

A inizio secondo quarto le Aquile commettono un fumble prontamente ricoperto dalla retroguardia bluteal. Con il gioco di corse chiuso, coach Nardo si affida ai passaggi e viene premiato: lungo lancio di 30 yrd di Romanato perAnnibale che va a segnare il primo TD di giornata sbloccando il risultato. Sulla successiva trasformazione, giocata alla mano dai veneziani, il pallone viene intercettato dalle Aquile e riportato in endzone fissando il risultato sul 6 a 2 per gli ISLANDERS. Con l´entusiasmo dalla loro parte, gli estensi continuano a guadagnare yard e si avvicinano alla endzone veneziana. Ci pensa allora capitan Pirona ad intercettare il pallone e riportarlo con una bella corsa fino alla linea della 1 yrd dei padroni di casa. Pallone in cassaforte a Rosada che sfonda centralmente e porta il punteggio sul 12 a 2 (calcio sbagliato). Manca poco alla fine del tempo e le Aquile , dopo un bel sack di Arvali sul QB estense , giocando un 4 e 10 cercando il lancio lungo che però cade incompleto e fa´ finire il quarto.

Nel terzo quarto gli ISLANDERS rientrano in campo con il pallone in loro possesso ma sono costretti al punt. Anche le Aquile sono costrette al punt e i bluteal capiscono che bisogna accellerare. Altro bel lancio di Romanato ancora per Dario Annibale, che brucia i difensori e segna il suo secondo TD. Questa volta il calcio di Barbaro è tra i pali e bluteal che allungano 19 a 2. Bluteal che potrebbero allungare ulteriormente quando la difesa recupera un´altro fumble delle Aquile, ma l´attacco non incide e viene costretto al punt. Le difese salgono in cattedra e il terzo quarto si chiude senza altre emozioni. Emozioni che invece arrivano nel quarto quarto, con le Aquile che tentano il tutto per tutto e gli ISLANDERS che resistono e pungono. Prima i ferraresi trovano il touchdown del 19 a 9 aiutati anche da alcuni placcaggi sbagliati dalla difesa bluteal, poi spaventano di nuovo Venezia recuperando un fumble di Rosada ma non riuscendo a concretizzare per l´ottimo lavoro dei ragazzi di coach Mondin. Ci pensa invece il piede di Alberto Barbaro a dare un pó di tranquillá, infilando il fieldgoal del 22 a 9 che mette due possessi di distanza tra le squadre con poco tempo sul cronometro.

Le Aquile però sfruttano subito il primo, andano a segnare su un lungo lancio dopo che un sack del veneziano Scarpa le aveva portate a giocare un 3 e 20. La trasformazione è buona e risultato che diventa 22 a 16 quando manca poco piú di un minuto alla fine. La tensione sale anche perché gli ISLANDERS sono costretti al punt e ridanno palla alle Aquile. Ma la difesa bluteal é di nuovo immensa e con un altro sack costringe gli estensi al punt e annulla ogni tentativo di rimonta perché l´attacco veneziano mangia il tempo fino al triplice fischio degli arbitri che significa playoff.

I commenti

“E´stata una partita durissima, quasi perfetta” – riassume la gara coach Mondin – “abbiamo commessu due errori che hanno portato altrettante segnature alle Aquile. Questo è il football, ma il football è fatto da uomini e oggi siamo stati uomini con la U maiuscola, riuscendo ad essere forti, veloci, precisi e concentrati sul pallone. È stata una grande vittoria con la difesa MVP della partita”.

Matteo Caroncini
Ufficio Stampa ISLANDERS Venezia

Foto Davide EOS Grandin

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO