Mexicans: Obiettivo rialzarsi, anche a porte chiuse.

0
313

Dopo la cocente sconfitta subita in terra friulana, per mano dei Leoni Basiliano un paio di settimane fa, è già tempo di scendere nuovamente in campo per i Pederobba Mexicans.

L’allarme dovuto al Covid-19 (meglio conosciuto come Coronavirus) che sta attanagliando l’Italia, ma non solo, si sta ripercuotendo inevitabilmente anche nel nostro sport; le numerose partite rinviate stanno recando disagi alle varie società, costrette a rivedere i propri calendari. Oltre a ciò, come nel caso dei Mexicans, emergono problemi logistici che costringono le squadre che condividono il proprio terreno di gioco con altre, praticanti di altri sport, a dover cambiare provvisoriamente le strutture sulle quali affrontare i vari gameday.Quella di domenica tra Trento Thunders e Pederobba Mexicans sarà infatti la prima partita dei neroverdi giocata a porte chiuse, senza quindi il supporto della torcida messicana.

87387692_531285007798026_2099861196650840064_n

Ma veniamo al succo di questa preview.

I neroverdi di Coach Morgan arrivano da una delle peggiori sconfitte della loro storia. Ciò nonostante, il tempo per leccarsi le ferite è già finito: Domenica, infatti, arriveranno a Pederobba i Trento Thunders, compagine che ha incrociato spesso i caschi con i trevigiani nelle ultime stagioni.

Nell’ultimo incontro, poco più di un mese fa, furono i messicani ad imporsi, ma era solamente pre-season. Ora la posta in palio è decisamente più alta ed i trentini vorranno sicuramente riscattarsi.

Mexicans che arrivano alla sfida privi del loro QB Sabadotto, infortunatosi di nuovo a Basiliano; purtroppo si tratta di stagione finita per il nr. 7, molto sfortunato e di certo meritevole di tutt’altra sorte.

A guidare l’offense di Coach Feltrin sarà dunque ancora Blanco, anche se il coaching staff ha promosso il giovane WR Mazzocato al ruolo di QB; buoni i primi allenamenti in maglia rossa per il ragazzo, che ha dimostrato di avere la stoffa per poter muovere bene la catena anche dietro il Centro.

Riportato al vecchio ruolo di ricevitore Miglioranza, dopo un avvio di stagione come CB, per sopperire all’emergenza; le sue skills tecniche e la sua affinità con i big play saranno decisamente d’aiuto al reparto, che può contare anche su Varago e sugli Splash Brothers, Curto e Corso per quanto concerne il passing game, e D’Aloi ed Almarante sul gioco di corse. Chiudono i ranghi, anche se in realtà sono proprio loro in prima fila, gli OL De Burra, Mondin e Bailo.

87452823_2581537601956079_3651439860570390528_n

Dall’altro lato della palla, nonostante una valanga di punti subiti, la defense neroverde ha offerto anche qualche buono spunto durante la prima uscita in terra friulana. Marchese e compagni hanno dimostrato di poter generare turnover con facilità e di aver migliorato la fase di tackling, non eccelsa nelle scorse stagioni.

Lanza, spostato in difesa come DE, Fregolent, ed il già citato Marchese agiranno in linea difensiva, con i LB Dall’Omo e Zorzi a supporto. Dietro, la secondaria messicana può contare sul solito Donadon (autore di un’ottima crescita come CB), Ferrante, Barbisan, il rookie Dall’Ozzo ed il nuovo acquisto Boscia, il quale porterà sicuramente un grande bagaglio d’esperienza in squadra. Il reparto ha poi acquisito ulteriore depth con gli arrivi, nelle ultime settimane, di altri tre rookie: Santos e Baccin, rispettivamente DT e CB.

C’è subito da riscattare lo 0-1 che recita attualmente il record W/L dunque, cercando di replicare e migliorare la buona prestazione fornita in pre-season.
Una vittoria rimetterebbe subito i Mexicans in carreggiata, permettendogli di affrontare i prossimi impegni in maniera differente.
La qualità del roster e del coaching staff, unito al cuore che questa squadra sa ,mettere in campo, hanno tutte le carte in regola per rimettere in piedi questo inizio di stagione.

Solitamente chiudo con ora e luogo del gameday, purtroppo questa volta non lo posso fare, per motivi di cui già ho parlato.

Sono costretto quindi a limitarmi ad un “Go Mexs”!

Gilberto Danieli
Ufficio Stampa Mexicans Pederobba

 

foto Davide Comaron

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO