Perugia capitale italiana del Football Americano

0
228

Si è tenuta al ‘Comunale’ di San Sisto la seconda tappa del Pro American Football Camp, alla presenza di ben sette atleti della NFL. Evento organizzato dalla Fidaf e la Olive Baptist Church, con la collaborazione dei Grifoni Perugia

Perugia capitale, per un giorno, del football americano italiano. Martedì 5 marzo al ‘Comunale’ di San Sisto si è tenuta la seconda tappa del Pro American Football Camp, evento promozionale organizzato dalla Fidaf e dalla Olive Baptist Church con la presenza di ben sette atleti della NFL. La comitiva statunitense, capitanata da Scott Crouch, ex atleta con trascorsi importanti anche in Italia, ha dapprima fatto tappa a Milano (2 marzo), mentre il 6 marzo si è poi trasferita a Roma. La giornata perugina, per la quale fondamentale è stato il contributo in termini di organizzazione e accoglienza della società Grifoni Perugia, è iniziata intorno all’ora di pranzo quando le ‘star della NFL’, gli accompagnatori e dirigenti biancorossi si sono ritrovati per un ‘branch’ al ristorante Bisbò all’interno del Barton Park di Pian di Massiano. La cucina e le pietanze umbre hanno allietato i presenti, così come la visita dei giocatori della Sir Safety Perugia, Hoeg, Seif, Piccinelli, Della Lunga e Ricci, che si sono intrattenuti per un breve saluto e una foto ricordo. L’evento sportivo ha invece preso il via nel tardo pomeriggio al ‘Comunale’ di San Sisto. I 7 official Player hanno condotto un allenamento unico che ha saputo coniugare tecnica e divertimento e che ha coinvolto 80 atleti, con ben 8 squadre del centro Italia rappresentate:

Dolphins Ancona, Guelfi Firenze, Titans Broncos Forlì, Angels Pesaro, Steelers Terni, Minatori Roma Sud, Roma Scuola Football e Grifoni Perugia.

“Abbiamo vissuto un sogno – ha sottolineato il Presidente dei Grifoni Perugia, Stefano Caligiana – che ci ha portato a stretto contatto con alcuni campioni della NFL e posto la nostra città al centro dell’interesse nazionale. Perugia dopo Milano e prima di Roma, è una bella vetrina per il nostro movimento”.

Una citazione particolare la merita anche Daniel Ransom, uno dei pastori della chiesa ospitante, il Centro Evangelico Battista di San Sisto, da anni residente a Perugia ed ex atleta dei Grifoni, che ha avuto un ruolo importante nel far sì che il capoluogo umbro fosse scelto come sede di un percorso ‘italiano’ che ha unito sport e fede.

“Non posso prendermi tutto il merito – ammette lo stesso Ransom – perchè a contattarmi è stato Scott Crouch ed io ho pensato che Perugia fosse il luogo ideale per rappresentare il paesaggio e le tradizioni del centro Italia. Da ex giocatore conoscevo la serietà e la disponibilità dei Grifoni Perugia e non ho esitato nel creare l’occasione”.
Accoglienza, calore ed emozioni che non sono passati certo inosservati alla comitiva americana.

“Ringrazio di cuore – ha concluso Scott Crouch – è bello essere qui e trovare così tanto affetto. Conoscevo l’Italia ed è sempre emozionante tornarci. Oggi attraverso lo sport abbiamo restituito un po’ di amore di Dio”.

QUESTE LE ‘STAR’ DELLA NFL DI SCENA A PERUGIA

Jeff Driskel (QB Cincinnati Bengals), Justin Simmons (FS Denver Broncos), Kevin Pamphile (OG Tennessee Titans), Jeremiah Sirles, (OG Buffalo Bills), John Timu (LB Chicago Bears), Boston Scott (RB Philadelphia Eagles), Temarrick Hemingway (TE Denver Broncos)

AS Comunicazione

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO