ReWolver-ines!

0
687

Incredibile rimonta di Piacenza sui Rams. Sirbons, Bills, Mad Bulls e Ravens avanti tutta. Spuntano i Celtics “ammazza-grandi”.

Risultati interessanti quelli della quinta giornata del Campionato di III Divisione. In evidenza la vittoria in rimonta dei Wolverines Piacenza ed il successo dei Celtics Dolomiti ai danni dei Redskins Verona.

Nel pomeriggio di Sabato i Sirbons ed i Trappers hanno dato vita ad un match intenso e combattuto colpo su colpo. Alla fine l’hanno spuntata i cagliaritani col punteggio di 40 a 32. Andrea e Alessandro Delussu autentici mattatori della gara, con parecchie segnature all’attivo. Per i Trappers, ancora a secco di vittorie, la consolazione di aver disputato davvero una grande e generosa prova.

trappers

Sul terreno di gioco di Piacenza è accaduto di tutto. In vantaggio nel primo tempo per 24 a 0, grazie ad una prova maiuscola dei propri finalizzatori Cristiano Mancini ed Edoardo Pollastri, i Rams Milano si sono fatti raggiungere e superare dai padroni di casa Wolverines al termine di una strepitosa rimonta (27-24). L’asse Amadasi-Fontanella funziona a meraviglia ed i biancorossoneri piacentini portano a casa un successo davvero insperato, specialmente per come si erano messe le cose ad inizio gara. 10 e lode non solo al coraggio e alla voglia dei Wolves ma anche al loro coaching staff che ha saputo portare i propri ragazzi al successo elargendo i giusti consigli e dosando in loro l’indispensabile dose di grinta e concentrazione.

rams

A Barletta i Mad Bulls fanno un sol boccone dei Delfini (43-6). Taranto è una formazione troppo giovane per poter impensierire i più esperti e preparati atleti di coach Calò. Roberto Cipolla, Pietro Bruno, Alex Gutierrez e soprattutto il sempreverde Marcello Marella stendono gli avversari con una prova autoritaria, che mette sempre più in risalto le grandi qualità del Team barlettano: compattezza, carattere, solidità, spirito di squadra.

mad-bulls

La bella sorpresa di questo turno di Campionato si chiama Celtics. I feltrini, già autori di una prova gagliarda all’esordio contro gli Hurricanes, stavolta si sono spinti ben oltre. Hanno sconfitto, tra le mura amiche, i rivali Redskins. Subito in vantaggio di due segnature, la formazione bellunese si è fatta acciuffare e superare dai pellerossa veronesi, ma nel terzo e nell’ultimo quarto di gioco ha saputo nuovamente ribaltare la situazione a proprio vantaggio e chiudere l’incontro con una grande affermazione. 23 a 14 il risultato finale.

A Savona i Pirates affrontavano la corazzata Bills con l’intento di riuscire ad arginare il grande impatto della offense cuneese. In parte i ragazzi della riviera ci sono anche riusciti, contenendo il punteggio e non facendosi surclassare dagli avversari. Tuttavia gli Orange cuneesi hanno portato a casa l’ennesima vittoria (7 a 29), nonostante il proprio attacco non si sia espresso ai consueti livelli ai quali ci aveva abituato nelle prime uscite stagionali.

pirates

I Predatori confermano il loro ottimo stato di forma ottenendo la seconda vittoria in campionato su altrettante partite disputate, stavolta ai danni dei Mastiffs (35-12). Gli atleti eporediesi, all’’indomani della brutta prova contro i Bills, volevano dimostrare di poter esprimere meglio le loro potenzialità, ma alla fine hanno dovuto arrendersi allo strapotere della formazione di Chiavari. Spiaggi, Nicolini, Ascione e Sanchez Rosario affondano le velleità dei Mastini di Ivrea. Ancora una volta ottima la prestazione del giovane quarterback orange Sanguinetti.

Il programma della domenica ha visto Knights e Buccaneers aprire le danze. Facile affermazione per i Cavalieri di Sant’Agata Bolognese che hanno sfruttato tutte le armi a loro disposizione, annientando la resistenza degli atleti del Farm Team delle Aquile. Antonino Volpe, Simone Cattabriga, Valmori, Melanciana, Poletti e Michele Salvo a segno per la squadra di casa che non lascia scampo ai pur generosi pirati dell’adriatico. Finisce con un sonoro 56 a 6 per i Knights.

knights

A Imola, nello scontro diretto per il primato nel girone G, i Jokers reggono solo un tempo al cospetto dei rivali Ravens. La Gasparri-band esce fuori nella seconda frazione di gara e domina il resto dell’incontro. Raffini, Cattabriga e Masi in grande evidenza, sempre ispirati dall’ottima prestazione del loro leader, in cabina di regia, Enrico Brazzi. Termina 47 a 18 per i Corvi imolesi che adesso viaggiano in solitudine al comando del proprio raggruppamento.

ravens

I Gorillas, col dente ancora avvelenato per la sconfitta di misura patita contro i Rams nello scorso turno, polverizzano in trasferta i Tigers. A Casalbuttano è dominio biancorosso sin dall’inizio. I padroni di casa abbozzano una timida reazione che li porta anche a segnare un field goal, una safety e persino un touchdown, ma purtroppo per loro, tutte le frecce all’arco di Leo Galvan sono in giornata di grazia: Bonilla, Ferrari e Giardini nel primo tempo, Zanzi, Ambrosetti, Montagner e Massari nel secondo spazzano via ogni dubbio sull’esito del match. Finisce con un ampio scarto, 12 a 57, per i varesini.

gorillas

I commenti del dopo gara:

Elia Giachino [Bills]: “È stata una partita ricca di errori soprattutto per noi…non ci siamo espressi al meglio come anche nelle scorse partite! Abbiam peccato su alcuni aspetti soprattutto in attacco! Lanci mancati e bloccaggi non proprio perfetti! Abbiamo da lavorare ma l’importante era portare a casa la vittoria! Ora testa ai Predatori!”

Gabriele Donalisio [Bills]: “Abbiamo giocato male. Troppe parole e poco gioco. Troppi cali di concentrazione. Abbiamo bisogno che il nostro attacco si esprima al massimo delle potenzialità e si svegli. Ora dobbiamo pensare ai Predatori. non li sottovalutiamo ma li aspettiamo convinti delle nostre forze”.

Emilio Mura [Sirbons]: “Partita difficile oltre che per gli avversari anche per i vari infortuni avvenuti durante il match. L’attacco ha finalmente iniziato a girare, la difesa, come sempre, ha disputato una partita di cuore. Adesso ci aspettano 12 giorni impegnativi nei quali lavorare, lavorare e lavorare”.

Matteo D’Amore [Delfini]: “Sicuramente è stata per la nostra nuova squadra una delle partite più difficili, perché ci rapportavamo ad una compagine tra le favorite del girone, e non solo. Come ogni partita siamo scesi in campo con la voglia di dare il massimo, ma inesperienza, giovane età e sopratutto il ridotto organico che obbliga molti di noi a giocare per quasi l’intera partita in doppio ruolo, ci ha tolto lucidità in frangenti determinanti. Ma non ci demoralizziamo e ci prepareremo al meglio per il prossimo incontro, che ci vedrà finalmente debuttare in casa; augurandomi che un la compagine Tarantina possa tornare ai livelli che diano i giusti meriti per gli sforzi che stiamo profondendo”.

Giovanni Bitelli [Ravens]: ”Partita dai due volti, primo tempo giocato molto male, abbiamo fatto troppi errori e permesso loro di stare in partita…nel secondo tempo abbiamo giocato come avremmo dovuto giocare tutta la partita, ed è andata come doveva andare”.

Davide Campomori [Ravens]: “Il primo tempo ci ha visti molto sotto tono e abbiamo subito molto su entrambi i fronti del gioco. Il secondo tempo ci ha visti volare come sappiamo fare sul campo da football. Piacevole il fatto di far provare nuovi ragazzi che hanno fatto pure tanto in campo. Go Ravens 2W!”

Mauro Ferrari [Pirates]: “Nonostante la sconfitta sono contento dei ragazzi, soprattutto dei rookies che han tenuto il campo e non hanno mai mollato. Ancora troppi errori ma ho visto una concentrazione su tutta la durata della partita. Mettere punti a tabellone contro team attrezzati e forti in tutti i reparti come i Bills è un buon punto di partenza per il proseguimento del campionato”.

Davide Montagner [Gorillas]: “Sono contento della partita, la prima che mi ha visto impegnato sul campo per un lungo periodo dopo l’esordio a Gallarate. Sono riuscito a fare il primo TD e ringrazio i compagni per la possibilità che mi hanno dato di giocare e di segnare. La difesa è stata grande, peccato per le sviste che ci hanno fatto concedere 12 punti agli avversari. GO-RILLAS!”

Marco Tucci [Mad Bulls]: “Partita giocata sostanzialmente bene da parte nostra, qualche sbavatura sia in attacco che in difesa da correggere, abbiamo già la testa a Napoli per mantenere il primato nel girone. Taranto è una bella compagine, fatta da ragazzi giovani e con tanta voglia di giocare, massimo rispetto per loro. Questa vittoria è ovviamente dedicata a Roberto Papalino, il nostro mitico coach!”

Alessandro Paltrinieri [Knights]: “Giornata positiva per i Knights, primi due quarti impeccabili da parte di tutti i ragazzi in campo, l’assenza del QB titolare  poteva creare qualche apprensione ma è stata immediatamente superata grazie alla prestazione  maiuscola di un bravissimo Miki Salvo, impeccabile in tutte le fasi del gioco. Bravi anche tutti i backup che hanno avuto modo di farsi vedere nella seconda parte del match. Un grosso in bocca al lupo ai giovani di Comacchio per tutto il resto della stagione, il gruppo ha mostrato un grande temperamento e questo fa ben sperare per il loro futuro! La vittoria fa sempre piacere ma ora si torna al lavoro, la stagione è ancora lunghissima e la strada sempre in salita. Un grosso in bocca al lupo anche al nostro Capitano Marco Palavanchi, il suo infortunio ha guastato il pomeriggio dei Cavalieri ma sappiamo che non molla mai e siamo sicuri che lo rivedremo presto in campo!”

Michele Uras [Sirbons]: “Abbiamo giocato una partita intensa e aperta fino all’ultimo drive. Il nostro attacco è riuscito sin da subito a dettare il suo ritmo e guadagnare yards con costanza, mentre la nostra difesa ha avuto difficoltà nel contenere il loro attacco che più volte ha avuto la capacità di leggere i nostri assegnamenti e rispondere con schemi adeguati. Loro hanno un ottimo coaching staff e validi giocatori. Questa è stata una bella partita e molto probabilmente sarà altrettanto bella anche la partita di ritorno”.

David Bryan Strada [Delfini]: “Siamo scesi in campo sapendo di affrontare una delle squadre più preparate del campionato. Il risultato è importante in una competizione, ma in questo caso per noi Delfini ha avuto poca rilevanza, perché affrontare una squadra come i Mad Bulls ci è stato utile come insegnamento per le prossime partite. Siamo cresciuti rispetto al primo match stagionale, e spero che già nel prossimo impegno contro i Bucks Brindisi possa arrivare la nostra prima vittoria!”

Jonathan Rizzo [Gorillas]: “Contento per tutta la squadra dopo la sconfitta che abbiamo subito contro i Rams. Ringrazio il coach per la fiducia e per avermi permesso di giocare. Partita intensa, complimenti ai Tigers ma testa subito ala partita contro Piacenza”.

Simone Cattabriga [Knights]: “Il coaching staff ci ha chiesto di scendere in campo con grande intensità e credo che la squadra abbia risposto positivamente, dimostrando il suo valore sul campo. Resta un po’ di rammarico per quel TD concesso ai Buccaneers ma in campo ci sono due squadre e loro sono stati bravissimi a sfruttare una nostra indecisione. Sono molto contento per la vittoria ma il campionato è lungo e in questo mese di pausa sarà necessario continuare a lavorare per preparare la trasferta di Fano contro i Jokers. Un pensiero ed un augurio per un celere ritorno in campo al nostro capitano Marco “Pala” Palavanchi. GoKnights!”

|_

 

Foto Uffici Stampa e Official FB Pages Wolverines/Trappers/Ravens/Knights/Pirates/Mad Bulls/Rams/Gorillas

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO