3DIV / Leave it on the field 2017 / Wild Card

0
170

#stillhungry

I Wolverines capitalizzano tutta la tensione agonistica delle fasi preliminari, la stessa che – a quanto pare – li aveva ben preparati a questo genere di sfide da dentro o fuori. Piacenza rimane agganciata al treno dei playoff con gli artigli e con i denti. Ferrara esce di scena sconfitta ma a testa alta, dopo aver lottato con ogni mezzo. Si sente tuonare in lontananza… ma il ghiottone, dopo aver acciuffato l’aquila al volo, ha ancora fame…

#dauntless

Per i dodici intrepidi guerrieri altoatesini, S. Giovanni Lupatoto equivale in pratica al Passo delle Termopili e se il fisico del buon Leo Tisma è un po’ dissimile da quello di Re Leonida, quanto a valore e coraggio mostrati in campo, i Giants non sono stati secondi a nessuno. La ciurma dei piccoli Giganti va fuori rotta a Verona, cedendo le armi contro i rivali Redskins. Breve bilancio pellerossa: Primo scalpo preso, sotto a chi tocca. Lancieri permettendo…

#greenisrising

Quando gli arieti meneghini suonano la carica, è difficile ostacolare il loro prepotente cammino. Testardi e determinati, i Muli triestini riescono comunque a rimanere a lungo in partita, ma sabato – in quanto a cocciutaggine e mordente, i biancoverdi di Crosti hanno avuto una marcia in più. Il prossimo step per i Rams è distruggere i sogni dei ‘Canes… per i quali scatta prontamente un consiglio trendy: dormite con il casco in testa

#onboard

La nave Islanders era riuscita ad abbordare quella dei Pirati savonesi, ma nella manovra di accostamento, a beccare le bordate più incisive e dolorose son stati proprio i lagunari di coach Annibale. I filibustieri della riviera ritrovano la bussola, tirano fuori grinta e carattere e si assicurano in questo modo un bel biglietto per una visita guidata lungo il corso del fiume Isonzo. Chi ha dimestichezza con la navigazione, potrebbe intravedere degli interessanti risvolti. Sfida aperta.

#missionpossible

Se Emilio Salgari avesse gestito un profilo Instagram nel 2017, avrebbe postato – senza l’ausilio di filtri superflui – una foto di Matteo “Sandokan” Petrucci o di Joele “Yanez” Signorino nelle loro vesti di condottieri delle temibili Tigri di Massa. Titolo: “I bianconeri ammazza-grandi colpiscono ancora”. Gli Etruschi vanno al tappeto, hashtag a corredo: #livornoespugnata #panicodiMassa …e Salerno è avvisata.

#whysoserious

I Vets – messi alle corde dagli indomiti e valorosi Delfini di Mimmo De Bartolomeo – sono in vena di “homage” e colgono l’occasione per rendere onore al loro nome, lasciando che siano gli uomini più esperti a togliere le castagne dal fuoco. Setti e Cannatella fanno un passo avanti e si scottano le mani, ma almeno consegnano alla propria formazione l’importante lasciapassare per i quarti di conference. A Chiavari, però, servirà tutt’altro che un paio di guanti ignifughi, ci vorranno solidi attributi. I Preds non scherzano…

#ommesenasce

La marea nera è costretta ad affrontare il riflusso delle proprie acque e ad arrendersi ai blu-oro partenopei. Catanzaro non molla di un millimetro, neanche quando è sotto di trentadue punti e il touchdown “della bandiera” è il giusto premio di consolazione per una compagine che esce dal Briganti-Field a testa altissima, consapevole di aver combattuto con onore. Intanto a Palermo c’è chi ha già l’acquolina in bocca, ma attenzione che…‘ccà nisciuno è fesso!

#scontianessuno

Quella che la scorsa stagione poteva essere considerata un’interessante sorpresa, adesso è diventata una bella realtà. Si, perché anche stavolta…proprio quando i Minatori sembrano aver esaurito tutte le risorse per reagire alla gagliarda prestazione degli Achei, i padroni di casa tirano fuori una volontà di acciaio e vincono in rimonta. Adesso però – a proposito di acciaio – I Terni Steelers li attendono di nuovo al varco…e in conca, si sa, non si fanno sconti a nessuno…

E sconti non ne fanno mai neanche i nostri protagonisti più valorosi, quelli che non si risparmiano, quelli che in campo danno il centodieci per cento e che in vetta ci finiscono per il loro coraggio, per il loro spirito di sacrificio e per la loro dedizione. Se leggete i loro nomi in questa rubrica, significa che sono loro i top players di questo weekend. A voi il meglio del primo turno di playoff:

DEFENSE

Defensive line

Thomas Salvestroni, DE [VETERANS Grosseto]
Antonio Rizzuto, DT [BLACK TIDE Catanzaro]
Paolo Valdameri, DL [RAMS Milano]
Raffaele Francesco Elia, DL [DELFINI Taranto]
Edoardo Perrone, DE [PIRATES Savona]

Linebacker

Vittorio Statile, LB [GIANTS Bolzano]
Alessio Manganotti, LB [REDSKINS Verona]
Elia Cardaci, LB [ETRUSCHI Livorno]
Edoardo Cioni, LB [AQUILE Ferrara]
Matteo Pirona, LB [ISLANDERS Venezia]
Gianluigi Marinaro, LB [DELFINI Taranto]
Davide Diodato, LB [BRIGANTI Napoli]
Lorenzo Greco, LB [MINATORI Cave]
Mirko Chiari, LB [WOLVERINES Piacenza]

Defensive back

Simone Anzà, FS [WHITE TIGERS Massa]
Marco Fagnini, DB [MULI Trieste]
Salvatore Persico, CB/WR [ACHEI Crotone]

OFFENSE

 

Quarterback

Matteo Petrucci, QB [WHITE TIGERS Massa]
Pierpaolo Amadasi, QB [WOLVERINES Piacenza]
Federico Corradi, QB [REDSKINS Verona]

Running back

Giona Adang, RB [GIANTS Bolzano]
Gabriele Massaria, RB [MULI Trieste]
Antony Brugnano, RB/FS [ACHEI Crotone]
Simone Buetto, RB [PIRATES Savona]
Alberto Fusani, RB [MINATORI Cave]
Stefano Bignotti, RB [RAMS Milano]

Ricevitori

Riccardo Setti, WR [VETERANS Grosseto]
Giacomo Ferrari, WR [AQUILE Ferrara]
Riccardo Sportillo, WR [ISLANDERS Venezia]
Jacopo Tamberi, WR [ETRUSCHI Livorno]
Francesco Affede, WR [BRIGANTI Napoli]
Fabio Cosco, WR [BLACK TIDE Catanzaro]

 

Appuntamento alla prossima settimana!

Luca Correnti

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO