Briganti: Si riparte da una vittoria

0
147

Si dice chi ben comincia è a metà dell’opera, quindi che dire di una prima sonora vittoria dei Briganti Napoli al loro debutto stagionale a Bari nello Stadio dei Navy Seals, il team napoletano si impone con un pesante 39 a 12 mettendo così il primo risultato positivo sul tabellino del CIF9 2020.

Prime fasi di gioco non brillanti per i napoletani complici una serie di errori in attacco e qualcosa da rivedere in difesa, hanno faticato ad inizio partita a mettere a segno i primi punti sul tabellone, punti che arriveranno solo alla fine del primo quarto, che si conclude sul 6-0 per i Briganti.

Secondo quarto che vede protagonista finalmente l’attacco guidato da Coach Carpentieri, che porta a ben 20 punti segnati, con qualche problema però nelle fasi di trasformazione, facendo così terminare le prime due fasi di gioco sul risultato di 26-0 per i Campioni del Sud 2019.

All’inizio del terzo quarto lampo di orgoglio per i Navy Seals che finalmente vanno a segno per il 26-6 ma a poco servirà in quanto i napoletani segneranno ben altri 13 punti, nonostante a metà del terzo periodo di gioco si è iniziato un po’ di turn over per testare e provare i nuovi giocatori.

La partita si chiuderà così al quarto quarto con un ultima segnatura da parte dei baresi sul risultato di 39- 12.

Complimenti da parte di tutti per l’impegno profuso in campo da parte della formazione barese che seppur con una formazione rimaneggiata e vari nuovi giocatori, ha mantenuto con orgoglio e a testa alta impegnati i Briganti durante tutta la gara, rendendogli comunque in varie occasioni la vita difficile.

Sul fronte napoletano l’attacco gestito dal QB 17 Ausiello ancora in crescita e a segno ben due volte su corsa ed autore anche di una trasformazione ha visto le conferme anche del Rb Tafuto autore anche lui di due segnature, che dopo un inizio stagione 2019 col botto ha dovuto finire la scorsa stagione in sordina causa un infortunio, che lo ha tenuto anche in panchina durante la finale dello scorso Luglio.

Difesa napoletana sempre sugli scudi con un nuovo innesto il LB Costa proveniente dagli 82ers che ha ben fatto durante la prima gara e ben farà in questa stagione, come gli altri compagni provenienti dall’accordo tra le due compagini napoletane che mirano ad un progetto di grande crescita comune del football della nostra città.

Coach Carpentieri: «Prima partita della stagione con molte cose da dimostrare per la nostra squadra dopo l’innesto dei cugini degli 82ers, partiamo bene con la difesa che costringe l’attacco barese ad un immediato “three and out”, in attacco Ausiello e gli altri ragazzi, ci mettono un intero quarto per iniziare a macinare yards, si sono dimostrati inspiegabilmente arrugginiti per fortuna le cose cambiano velocemente nel secondo quarto e finalmente l’attacco decide di prendersi le proprie responsabilità. La seconda parte della partita abbiamo preferito inserire gradualmente le seconde linee con un conseguente calo delle prestazioni che ha visto l’attacco stentare maggiormente e la nostra difesa concedere due touch down, si torna a Napoli con la consapevolezza di poter fare di più ma con la convinzione del talento e della passione dei nostri ragazzi».
Coach Chitos: «La partita di Domenica in quel di Bari contro i Navy Seals per i Briganti ha un termine predominante: “Indicativa”…Indicativa perchè tutti gli addetti ai lavori sanno quante difficoltà si incontrano proprio alla prima partita della stagione, dove si mostrano nuove incognite e si iniziano a trovare le prime soluzioni ai problemi. Infatti, come spesso capita, proprio tra la prima e la seconda partita della regular season si effettuano i maggiori cambiamenti in virtù delle difficoltà registrate; Indicativa perchè, dopo una finale nazionale, sia che si vinca sia che si preda, ci si trova sempre al cospetto della fine di un ciclo, come successo per team come Imola o Catania che proprio l’anno scorso, nonostante l’ottimo campionato del 2018, non sono state capaci di ripetersi nel 2019. Vuoi, per assenza di possibilità effettive di trovare compagini locali, che consentirebbero amichevoli a costi di trasferta sostenuti, non si è potuto organizzare alcun tipo di scrimmage pre-campionato per poter testare le condizione atletiche, tecniche e tattiche, di coloro che continuano a costituire il gruppo solido e la struttura della squadra; grazie al lavoro dirigenziale di accordo con una realtà concittadina una volta rivale, si è potuto attingere ad un bacino di giocatori piuttosto giovane, i quali hanno mostrato chi notevoli capacità, chi grandi potenzialità ma estrema necessità di lavoro e miglioramenti da dover fare per mettersi in pari con i compagni più maturi; indicativa perchè, anno dopo anno, la nostra città è sempre più vittima della crisi lavorativa che ci circonda, e che costringe giovani (universitari e non) a spostarsi al settentrione o all’estero in cerca di lavoro, e che quindi non consente al coaching staff di avere continuità in un lavoro che nel corso di anni si dovrà ripetere con le nuove leve. Nonostante tutto ciò però, ancora una volta, i nostri ragazzi sono riusciti a farsi valere, e forti dell’entusiasmo e della voglia di riscatto di chi, o perchè arrivati ad un soffio dalla gloria l’anno scorso, o perchè questa possibilità mai l’ha avuta, si è iniziato col piede giusto, iniziando al meglio (e non senza qualche difficoltà) a realizzare il primo obiettivo prefissato: la prima vittoria stagionale! Ora, considerando le aspettative di tutti dovute al risultato positivo dello scorso anno, e la difficoltà di un girone tra i più duri del campionato, non resta che rimboccarsi le maniche e iniziare a svolgere tanto tanto tanto lavoro».

Presidente Matteo Garofalo: «Non abbiamo brillato, ma era la prima, c’è molto da lavorare e sono contento però dell’ottimo lavoro fatto all’esordio dai ragazzi provenienti dagli 82ers, sicuramente ben figureranno durante questa stagione. Per me già archiviata questa vittoria, testa al primo vero match del campionato che ci vedrà domenica 8 marzo al Briganti Field sfidare da subito i contendenti alla testa della classifica del nostro girone i Mad Bulls Barletta, da li capiremo molte cose e gli equilibri di questo campionato, ma nel frattempo pronti per il prossimo 29 Febbraio per il consueto Open day, giornata in cui apriamo le porte del nostro campo per far provare a tutti i ragazzi e ragazze l’emozione di giocare a questo magnifico sport che è il football americano, e chissà che non troviamo tra i nuovi arrivati i prossimi Briganti pronti a difendere assieme a noi i colori Blu e oro della nostra squadra e della nostra città».

Ufficio Stampa Briganti Napoli

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO