Delfini, un’impresa eroica

0
1577

A Salerno battono gli Eagles e conquistano i playoff

Eagles Salerno – Delfini Taranto 6-12 (0-6; 0-0; 6-0; 0-6)

Domenica 15 Maggio 2016; una data da ricordare per tutti i Delfini Taranto del football americano, che hanno atteso a lungo questo splendido giorno; un’impresa che non si può descrivere a parole, quasi senza eguali.

Scesi in campo in 17 a Roster ma con soli 15 atleti disponibili, presto diventati 14,
i “Giovani Eroi” Tarantini hanno giocato in trasferta sullo splendido sintetico di Salerno, contro quasi il doppio degli indomabili e corretti padroni di casa Eagles, che hanno tentato fino alla fine di avere la meglio in una combattutissima ed entusiasmante gara.

Nel pomeriggio festivo della bella cornice del “Terzo Tempo Village”, gli Jonici partono determinati in attacco, dopo un opportuno timeout rischiano alcune azioni ben confezionate e vanno in Touchdown a coronamento del lungo drive iniziale.

Il runner Graziano Battista perfora così la defense campana con una breve corsa centrale, dopo che il QB rossoblu David Bryan Strada (1st Delfini MVP), aveva ben mischiato le corse e i lanci nei down precedenti, l’extra rush del “fratellone” Alex Morgan è senza esito.

I salernitani vanno in attacco ma non decollano tanto che subiscono due intercetti nelle prime due serie, il primo ad opera di Matteo D’Amore su assistenza di Daniele De Bartolomeo, il secondo del piccolo ma grande DB, Antonio Leone (2nd Delfini MVP),
autore di placcaggi shoestring come da manuale, anche sull’esperto RB avversario Ivan Bucci.

A seguire Il registra rossoblu Strada rischia il lancio deep ma subisce anch’egli l’intercetto, dopo fasi alterne si arriva così a metà gara con i tarantini pericolosamente nel territorio profondo nemico a minacciare le Aquile biancoblu, ma non c’è più tempo e si va al riposo sullo 0-6 in favore degli jonici.

Il terzo quarto vede entrambe le difese sugli scudi, attente a non concedere nulla alle opposte offense, sull’ennesimo turnover, il tarantino Battista piazza l’acuto segnando su lungo punt return, la meta viene però annullata a seguito di un veniale blocco illegale.

L’azione seguente vede ancora uno spettacolare TD dei Delfini, con il QB Strada a confezionare una bomba di 40 yds per D’Amore, che ci mette del suo correndone altre 40, ma il tutto è vanificato,  per la penalità chiamata dopo il pass di “illegal man downfield” ai danni di un lineman rossoblu.

Il contraccolpo della doppia segnatura marcata e non assegnata, viene subita psicologicamente dai Delfini, tanto che gli Eagles ne approfittano nel loro miglior momento e galvanizzati realizzano un bel flea flicker direttamente con un lancio in endzone per il 6-6 del pareggio.

E’ questo il momento topico della gara, protagonista la difesa tarantina; perchè la panchina rossoblu sprona a non o mollare di un centimetro i giovani in riva allo Jonio, che così prima bloccano l’extrarush del potenziale sorpasso e poi nei drive seguenti assaltano l’offense avversaria realizzando sack e subendo poche yards.

Ad inizio dell’ultima frazione il quarterback tarantino Strada quale autentico leader dei suoi compagni, prima va vicino alla segnatura con un drive sfumato nella redzone campana per un fumble sulle sideline, ma subito dopo realizza con freddezza due splendidi pass che aprono la retroguardia salernitana, prima dell’inesorabile corsa dell’all around Battista (3rd Delfini MVP) che perfora gli avversari per il decisivo 12-6.

La difesa Eagles stoppa l’extrapass degli avversari in endzone, ma nei drive seguenti pur tentandole tutte l’attacco campano non è lucido ed incisivo, a differenza della gara di andata la difesa dei Delfini ha assestato tutte le contromosse; termina così la gara con l’attacco pugliese ad inginocchiarsi e far scorrere i pochi secondi che restano.

Una vittoria incredibile e meritata per i Delfini, tutti i giocatori sono degni di menzione: Gianluigi Marinaro, positivo sia a ricevere che in copertura; il CB Lomangino con i suoi duri placcaggi, il Defensive end duo D’Agostino & Elia, autentiche spine nei fianchi dell’attacco Eagles ed ancora il frontoffense Ancona-Aprile-Petrelli che non ha mollato in alcun down.

Menzione particolare al generoso Alex Morgan Strada, che ad inizio del secondo quarto si immolato infortunandosi al piede destro, aggiungendosi ai compagni Nitti e Fiore comunque presenti, così come gli altri assenti forzati, a dimostrazione di come sia arduo giocare una stagione a ranghi ridotti e spesso in doppio ruolo.

Dopo un decennio fatto di sviluppo settore flag giovanile e Bowls a 5vs5 e 7vs7, i Delfini Taranto nella stagione del ritorno al Football senior, concludono con un record di 3-3 le sei gare di regular season disputate sempre da protagonisti e con la determinazione di giocarsele tutte; il “Cuore Rossoblu” ha prevalso su tutto! Si va ai Playoff!!

Ufficio Stampa Delfini Taranto

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO