I Duchi U16 a Milano nella tana dei Rhinos

0
855

Domenica la prima gara playoff per i giovani estensi

Domenica 11 dicembre a Milano i Duchi, la formazione giovanile delle Aquile, affronteranno nel primo turno di playoff del campionato Under 16 i padroni di casa dei Rhinos.

Il match si preannuncia come una battaglia all’ultimo touchdown, dove si scontreranno il miglior attacco della regular season, quello dei Duchi, e il terzo nelle classifiche di reparto, quello dei milanesi. Gli estensi possono infatti vantare una media di più di 42 punti segnati per ben 561 yards a partita, mentre i giovani Rhinos hanno fatto registrare rispettivamente 35 per 396. Più bilanciato l’attacco dei Duchi, i cui guadagni di terreno si dividono circa a metà tra passaggi e corse, mentre i milanesi hanno un gioco nettamente basato sui lanci, fattore abbastanza anomalo per la categoria giovanile. Piuttosto eloquenti anche le statistiche individuali, dove i rispettivi quarterback occupano i primi due posti nelle graduatorie di ruolo relative al gioco aereo, con l’estense Golfieri che sopravanza il rinoceronte Ines. Golfieri si piazza però anche al quarto posto assoluto come yards guadagnate su corsa, risultato che lo porta al primo posto in campionato come “total offense” (somma tra corse e lanci).

Continuando ad esaminare le classifiche individuali della regular season, emergono con tutta evidenza i nomi degli altri giocatori che potrebbero influire in modo determinante sull’esito della partita. Tra tutti il runningback estense Ferrari, primo assoluto nella “all purpose” (somma tra corse e ricezioni) con la strabiliante media di ben 208 yards guadagnate individualmente a partita. Ci si attende pertanto una vera e propria guerra di nervi, con spettacolari capovolgimenti di fronte, anche a livello di punteggio, il cui esito si giocherà nelle fasi finali della partita.

E come sempre, quando si scontrano attacchi così prolifici, saranno proprio le rispettive difese a decidere il risultato. Perché a prevalere sarà proprio chi riuscirà ad arginare con maggior efficacia l’esuberanza offensiva dell’avversario. La difesa dei Duchi equivale a livello statistico quella dei Rhinos: entrambe finora hanno concesso un quasi eguale numero di yards a partita; saranno pertanto decisivi la preparazione tattica e la determinazione dei giocatori in campo. Come ulteriore fattore di suspence, le due squadre finora sono state impegnate in gironi diversi, e quindi hanno incontrato avversari differenti. È pertanto un’incognita il relativo valore assoluto in campionato, e solo uno scontro diretto potrà rivelarlo.

In casa Duchi la partita è stata preparata accuratamente, grazie anche alle tre settimane di pausa agonistica. Il coaching staff si dice fiducioso viste le notevoli risorse tecniche e atletiche a disposizione, ma soprattutto per il cuore e lo spirito di squadra che i ragazzi hanno messo in campo fino a questo momento. Di certo si tratta di un impegno che riserva alcune incognite, ma nei playoff per definizione non ci sono avversari facili e la strada per la finale comporta necessariamente il doversi aggiudicare, lottando, match dall’esito incerto. La vincente tra Duchi e Rhinos incontrerà in trasferta in semifinale gli Skorpions Varese, partita che varrà l’accesso per lo Youth Bowl di Firenze dell’8 gennaio.
Matteo Provasi
Ufficio Stampa Aquile Ferrara

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO