I Gorillas crescono ma a passare sono i Blitz

0
283
ph.credits: ALESSIA PROTEO

Sconfitta, ancora tra le mura amiche del Jungle Field, per i Gorillas che cedono il passo ai Blitz Ciriè che portano a casa la partita per 17-27.

Serata serena e clima perfetto per il football sabato scorso al “Nicolò De Peverelli”. La partita inizia con i Gorillas subito in forcing a lambire la end zone piemontese, ma gli sforzi biancorossi vengono sempre fermati in red zone dalla difesa gialloblu.

ph.credits: ALESSIA PROTEO
ph.credits: ALESSIA PROTEO

Il primo quarto finisce 0-0 ma, proprio quando sembra che i Gorillas siano in predicato di passare in vantaggio, sono i Blitz a gelare la difesa di coach Gaines: un lungo lancio di De Bastiani per Giraudo taglia tutto il campo e i piemontesi sono in vantaggio per 7-0.

Ci pensa il funambolico Guido Marabotti a suonare la riscossa biancorossa con una lunga corsa che termina direttamente in touch down per il 7-6.

I piemontesi rispondono colpo su colpo e con una serie di lanci ben orchestrati e allungano di nuovo portandosi sul 14-6.

ph.credits: ALESSIA PROTEO
ph.credits: ALESSIA PROTEO

Se la supremazia aerea è dei Blitz quella sulle corse è certamente dei Gorillas: Pier Altamura e Guido Marabotti fanno impazzire la difesa sabauda fino al pareggio completato dalla trasformazione da 2 punti del quarter back Giorgetti sempre su corsa.

Nella seconda frazione di gioco ci si aspetta di vedere i biancorossi più concreti. Sono invece i Blitz a trovare le misure con un buon mix di lanci e corse che mandano nuovamente Giraudo in meta.

Il field goal del cecchino varesino Edoardo Rizzi accorcia le distanze ma nel quarto quarto sono ancora i Blitz a trovare la via del touch down per poi controllare il forcing finale dei biancorossi.

ph.credits: ALESSIA PROTEO
ph.credits: ALESSIA PROTEO

Rimane sicuramente l’amarezza per il risultato, il team di coach Will Gaines ha commesso troppi errori, soprattutto in red zone, e troppi falli per portare a casa la partita contro un avversario che si è dimostrato più ordinato e costante in campo.

A fine partita il coach statunitense ha sottolineato comunque la crescita e il grande impegno dimostrato dagli atleti varesini che però devono continuare con sforzi ancora maggiori per preparare al meglio la prossima partita contro i Crusaders a Cagliari, una trasferta sicuramente insidiosissima.

Il campionato è ancora lungo e i Gorillas hanno ancora tanto da dimostrare.

Ufficio Stampa Gorillas Varese

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO