Il derby di Bologna va ai Doves

0
819

Il Centro Sportivo Dozza di Bologna è la cornice del perentorio successo, per 33 a 13, delle Colombe ai danni dei Braves. Grande attesa per il debutto dei Doves, chiamati a una prova di nervi e carattere contro uno degli avversari più temuti del girone.

𝗘𝘀𝗽𝗲𝗿𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝘀𝗳𝗮𝗰𝗰𝗶𝗮𝘁𝗮𝗴𝗴𝗶𝗻𝗲

La partita si apre con un touchdown al primo drive dei Braves che, però, subiscono una safety pochi minuti dopo. I due punti innescano la furia dei linebacker della difesa che, da quel momento, chiudono la serranda e sbagliano poco e nulla. Grandissima la prova di Aiello e Elsayed come DB, con alle spalle un indiavolato Vanni, per l’occasione QB e Safety, che hanno messo ordine e grinta nel contenere l’esperto attacco del branco. 

𝗦𝗲𝗰𝗼𝗻𝗱𝗼 𝗾𝘂𝗮𝗿𝘁𝗼 𝗮 𝘁𝗿𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗗𝗼𝘃𝗲𝘀

Basta un quarto alle Colombe di coach Degli Esposti per imprimere il cambio di marcia. Dopo un drive nel quale la difesa blinda il possesso, la partita riprende con l’attacco Doves che ritorna il punt e si porta a ridosso della end zone. Il primo touchdown porta la firma del giovanissimo WR Gabriel Lopez, su lancio di Vanni. Sotto di 2, i Braves suonano la carica, ma è un fumble a riportare i Doves in attacco. Sull’azione successiva, Khalafalla si toglie la soddisfazione di segnare il secondo touchdown della giornata. Prima della fine del secondo quarto, poi, i Doves arrotondano il parziale con un touchdown su un lancio per Bardelli. Si giunge all’halftime sul punteggio di 21 a 7 per gli ospiti.

𝗧𝗲𝗿𝘇𝗼 𝗾𝘂𝗮𝗿𝘁𝗼

I Braves rientrano con cattiveria e nel primo drive si trovano sulla endzone biancorossoblu, ma incontrano un Vanni che decide di fare la differenza in ogni zona del campo. Proprio il numero 11 intercetta e suona la carica. Al cambio di formazione, i Doves mollano i pesi e spiccano il volo con l’RB Khalafalla che, con una corsa inarrestabile, copre poco meno di settanta yard, spostando pericolosamente lo snap verso l’endzone dei Braves. Qui è di nuovo Vanni che pesca dal cilindro un passaggio chiave per Da Silva, che riceve e corre in touchdown per il 27 a 7. 

𝗡𝗲𝗹 𝗳𝗶𝗻𝗮𝗹𝗲, 𝗗𝗼𝘃𝗲𝘀 𝘀𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗽𝗮𝘂𝗿𝗮

Con il 4° quarto i Braves trovano anche il touchdown che li porta in doppia cifra, grazie a una quarterback sneak di pregio. I Doves non si scompongono e nell’azione successiva Vanni lascia andare un passaggio per Lopez che riceve, nonostante una copertura asfissiante, direttamente in touchdown.

𝗜𝗹 𝗽𝗿𝗲𝗺𝗶𝗼 𝗲̀ 𝗹𝗮 𝘃𝗶𝘁𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮

Era fondamentale riportare a casa la vittoria dopo l’esperienza del 2020. Il lavoro è stato svolto con carattere, sulla precisione, invece, dobbiamo lavorare. Sabato prossimo ospitiamo i Ravens e “rivincita” non sarà solo una parola, ma il mantra da ripetersi durante i lavori in settimana. Dal campo usciamo con le indicazioni che si augurava coach Degli Esposti: una difesa rocciosa con Aiello, Elsayed e Venturi, cardini e fondamenta, e un attacco affamato, ispirato da Khalafalla, guidato magistralmente da Vanni. Nota per Lopez, la dedizione e i successi di questo atleta ci rendono orgogliosi del lavoro che stiamo svolgendo su tutte le nostre squadre. Speriamo che i suoi due touchdown siano solo un’anticipazione di quello che ci aspetta. 

A star is born.

Ufficio Stampa Doves Bologna

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO