La ricetta vincente dei Preds: spettacolo, lucidità e cuore

0
609

Sabato sera al Daneri di Chiavari si sono affrontati in semifinale di South Conference i Predatori Golfo del Tigullio e i Grifoni di Perugia, una partita attesa sopratutto perché ci si aspettava una gara di alto livello e così è stato.

Iniziano i Grifoni che con un ottimo drive vanno in Td (7-0). I Predatori non si fanno intimorire ed infatti con un ottimo Td Pass il Qb Ravera va a pescare Nicolini che pareggia i conti. Le squadre si alternano ma sono nuovamente i padroni di casa a violare la end zone perugina con un altro Td Pass dell’ottimo Ravera su Spiaggi (14-7). Ma i Grifoni non ci stanno e come prevedibile reagiscono e di potenza riprendono la partita con un bel Td successivamente trasformato (14-14). I Preds sempre presenti e mai domi riescono ancora una volta ad andare a segno sempre con il solito Spiaggi e la trasformazione porta il risultato sul 21-14. La replica dei Grifoni non tarda ad arrivare che con un ottimo Td Pass riescono ad entrare in end zone ma viene fallita la trasformazione (21-20). L’ottima difesa perugina riesce subito dopo ad intercettare e riportare il pallone in Td ma non a mettere a segno l’extra-point, anzi il pallone viene bloccato sul calcio e il DE Vannacci lo recupera riuscendo a riportarlo fino alla end zone avversaria. Punteggio 23 a 26 e così finisce il primo tempo.

Nella ripresa gli Orange rientrano più carichi che mai. Nuovamente Nicolini su Pass di Ravera sigla il Td del 29-23 e Bartolini trasforma (30-23 Predatori). La difesa dei padroni di casa schiaccia l’attacco dei Grifoni nelle 3 yarde costringendolo al punt ma proprio sul punt la difesa riesce a bloccare il pallone ed il DT Fantoni riesce a ricoprire l’ovale in end zone siglando il Td nr. 5 e portando il risultato su 36 a 26. L’ottima trasformazione da due siglata su Pass di Sanguinetti porta il risultato sul 38 a 26. Ripartono nuovamente gli ospiti ma la difesa di casa li costringe al punt che viene raccolto da Nicolini il quale, con una corsa di 50 yarde riporta il pallone in end zone. Trasforma Bartolini e punteggio che si assesta sul 45 a 26. La squadra guidata da Stefano Caligiana come da copione non molla e lotta sino alla fine ed infatti con una spettacolare corsa di circa 65 yarde accorcia le distanze portando il risultato sul 45 a 32 e, dopo la trasformazione con calcio, sul 45 a 33. Ma ormai siamo alla fine e i Predatori gestiscono il tempo rimasto conquistando la vittoria.

Si può dire di aver assistito ad una gran partita, combattuta sino all’ultimo da entrambe le squadre che hanno onorato il campo. Gli umbri hanno patito il ristretto roster ma ciò non toglie il dovuto merito agli Orange della riviera, abili nell’imporre il proprio gioco, sia in attacco che in difesa.

Adesso per i liguri si prospetta la sfida contro gli Skarks Palermo, squadra che sin dall’inizio del campionato è considerata come una delle maggiori pretendenti al titolo, ma nel football nulla è scontato e il campo darà il suo responso sabato prossimo al Daneri di Chiavari.

Ufficio Stampa Predatori Golfo del Tigullio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO