Flag Football: I Bengals vogliono continuare a crescere

0
495

Dopo il secondo bowl del Campionato Italiano di Seconda Divisione di flag football i Bengals Brescia tracciano il punto della situazione. La squadra del presidente Sergio Corti, che nella prima tappa ha subito tre sconfitte (seppur tenendo testa fino in fondo all’avversario di turno), nella seconda giornata di gare, sempre ospitate dallo Stadio Nova-Baresi del Villaggio Sereno a Brescia, è partita battendo i Rams Milano, ma poi, nel pomeriggio, ha dovuto arrendersi davanti ai quotati Lions Bergamo, tra i candidati più accreditati alla vittoria dello scudetto, e ad una compagine molto fisica ed esperta come i Maddogs Milano. “Rispetto al primo bowl – riassume il coach bresciano Davide Fedrigolli – siamo migliorati. Certo, qualche progresso lo abbiamo fatto, ma ne dobbiamo e ne vogliamo fare ancora altri. Purtroppo, nell’occasione, abbiamo dovuto fare i conti con tre assenze alle quali, durante gli incontri, si sono aggiunti pure tre infortuni. Mancanze che ci hanno limitato nei numeri, riducendo anche il nostro tasso di esperienza. In ogni caso possiamo dire che siamo migliorati sul piano difensivo. Abbiamo contenuto meglio il gioco dei nostri avversari che hanno dovuto fare fatica per andare a punto. Meglio in difesa, ma, paradossalmente, siamo stati meno incisivi in attacco, dove abbiamo raccolto poco. Come ci siamo detti dal primo allenamento dopo il primo bowl, comunque, noi dobbiamo pensare a migliorare sotto tutti i punti di vista e quindi dovremo essere ancora più solidi nella fase difensiva e tornare ad essere più incisivi in quella offensiva”. Le prime due tappe della fase di qualificazione del Campionato Italiano di flag football (la terza si svolgerà sempre a Brescia il 9 o il 10 settembre) hanno fatto capire ai Bengals le difficoltà di un torneo in grande crescita: “Il numero delle partecipanti e il gioco espresso – conviene coach Fedrigolli – testimoniano il livello sempre più elevato di questa competizione. Per quel che ci riguarda, il nostro pensiero dev’essere quello di continuare ad allenarci, cercare di migliorare e maturare nuova esperienza (che, come abbiamo visto, può fare la differenza nei momenti determinanti dell’incontro). Il nostro obiettivo rimane comunque puntato verso i gironi di Grosseto (che si disputeranno il 23 e il 24 settembre – ndr). Conosciamo la forza delle altre squadre, ma siamo pronti a giocare pure le nostre carte. Personalmente, anche se sarà sempre il campo a giudicare, sono fiducioso. Il gruppo è unito e sta lavorando con impegno. Siamo anche consapevoli che ci sono alcune compagini, a cominciare naturalmente dai Lions Bergamo, che hanno qualità importanti e vogliono arrivare fino in fondo. I Bengals, però – è la conclusione di coach Fedrigolli – sono decisi a farsi valere. Da qui a settembre vogliamo crescere ancora e in Toscana daremo tutto per dire la nostra contro qualsiasi rivale”. Ed è con questo spirito che le Tigri bresciane guardano al terzo ed ultimo bowl del secondo fine settimana di settembre, quando tenteranno di mostrare alle squadre inserite nel girone 7 della fase di qualificazione (Lions Bergamo, Rams Milano e le due formazioni dei Maddogs) i progressi compiuti in vista dell’atteso appuntamento di Grosseto.

Luca Marinoni

Ufficio Stampa Bengals Brescia

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO