Knights e Sharks: è Nine Bowl!

0
726

Bologna e Palermo illumineranno la finalissima di Cesena

Entrambi i team che affrontavano in trasferta gli impegni delle Finali di Conference sbancano il terreno di gioco delle squadre di casa e staccano il biglietto per il Nine Bowl 2016.

A Cavallermaggiore partono bene i Bills di Mel Galli, andando a segno con Ivan Torrente per ben due volte (sempre servito magistralmente da Elia Giachino), ma prima dell’halftime subiscono il prepotente ritorno dei Knights, a segno con Volpe e Cattabriga (14 a 12 per gli Orange la prima parte di gara). Nel secondo tempo sono ancora i bolognesi ad affondare i colpi e violare la end zone avversaria, sempre con la premiata ditta Cattabriga-Volpe. Quando la segnatura di Moumine sembra sancire la rimonta dei padroni di casa (21 a 26), la offense dei Cavalieri nero-argento sale nuovamente in cattedra, portando in touchdown ancora il loro incontenibile running back Antonino Volpe. Uno-due micidiale (21 a 40) che taglia le gambe ai cuneesi i quali tentano con orgoglio di reagire ma dopo aver accorciato le distanze non riescono ad acciuffare i rivali emiliani che gestiscono bene il cronometro e portano a casa uno storico risultato per i loro colori. Finisce 40 a 28 per i Knights.

A Chiavari va in scena un match di rara bellezza per questa categoria. Predatori e Sharks si danno battaglia per 2 ore e mezza senza risparmiare colpi duri, giocate spettacolari e numeri degni di ben altri palcoscenici. I fuochi d’artificio partono subito con la segnatura di Calogero Mondi su passaggio del QB palermitano Alessandro Albanese e con la pronta reazione degli orange ad opera di Nicolini servito da un preciso (e stupendo, per dinamica) pass di Giacomo Ravera (7-7). La classe delle migliori frecce all’arco dei biancazzurri non tarda a venir fuori e quando Lorenzo Abbadessa riceve in end zone il pallone del sorpasso si capisce subito che per le difese questa sera sono previste delle grosse emicranie. Neanche il tempo di ricominciare ed è il bravissimo Federico Spiaggi a riportare l’ovale oltre la goal line ospite per un nuovo pareggio. Poco dopo il suo compagno Bartolini non sbaglia un tentativo di Field Goal e consente ai suoi di portarsi nuovamente in vantaggio (17 a 14) ma, dopo che l’ennesimo intercetto della difesa ligure (con Luca Paoletti) lasciava intendere che il momentum potesse spostarsi dalla parte dei Predatori, è lo stesso Bartolini a fallire, con un calcio impreciso, il possibile 20 a 14. Gli squali siciliani ne approfittano, sono adesso più attenti e dopo un fumble di Giuseppe Todaro (abilmente ricoperto dal suo compagno Sergio Raneli) è lo stesso bravissimo running back palermitano a violare la end zone dei rivali (17 a 21). Il pallino è chiaramente nelle mani degli Sharks e la conferma arriva allorché Paride Zappalà intercetta l’ennesimo lancio di Ravera, permettendo alla propria offense, nel drive successivo, di andare nuovamente a segno, ancora con l’ottimo Abbadessa. Il primo tempo si chiude così sul 17 a 27. Nella ripresa sembra proprio che le difese di entrambi i team abbiano preso le contromisure ed infatti il terzo quarto termina senza alcuna segnatura. Tanti cambi di possesso non capitalizzati dalle due squadre e spettacolo pirotecnico che, nella seconda frazione di gioco, lascia spazio ad imprecisioni che portano a parecchi turnover. La battaglia tuttavia rimane viva. A quaranta secondi dal termine, ancora un preciso passaggio di Ravera al compagno Federico Spiaggi consente agli atleti della riviera di rifarsi sotto, ma l’onside kick successivo, il cosiddetto tentativo della disperazione, viene ricoperto dagli ospiti che possono, meritatamente, festeggiare una vittoria entusiasmante. Termina 27 a 23 per gli Sharks.

Predatori MVP
offense Giacomo Ravera, Marcello Frugone.
defense Giovanni Cavalli, Brady Rodriguez

Complimenti ai vincitori ma anche e soprattutto ai vinti, che non si sono mai arresi ed hanno dato vita a delle Finali altamente spettacolari, combattute ed incerte fino all’ultimo. La strada per i bravissimi Bills e Predatori si interrompe qui e un grande applauso va a chi ha saputo trascinare queste due compagini fino a questo traguardo. Adesso gli occhi però sono e restano puntati sulle assolute protagoniste di questa stagione, i Knights e gli Sharks che hanno conquistato con grandissimo valore e merito un obiettivo importantissimo, la finalissima di Cesena.

See you there!

I commenti del dopo gara

Alessandro Fonti [Sharks]: «Partite del genere ti ricordano perché questo sport lo ami e perché per questo sport sei disposto a viaggi infiniti. Abbiamo commesso troppi errori dovuti alla poca lucidità, troppi turnovers che potevano costarci carissimo… ma che difesa! Ci ha ridato palla in situazioni incredibili. È andata, una delle partite più emozionanti della mia vita…e grazie ai Predatori, che squadra, che atleti, che avversari. Ora si pensa a Cesena ed ai sorprendenti Knights, altra trasferta massacrante, altri Sharks!»

Antonino Volpe [Knights]: «Partita combattutissima fino all’ultimo. Siamo veramente felici per il risultato ottenuto. Tanti complimenti alla difesa per averci regalato tante occasioni per andare in meta. Un grande applauso anche al coaching staff che ha preparato ottimamente la partita e ha fatto le chiamate giuste nei momenti opportuni. Sono orgoglioso di indossare la Jersey dei Knights e di andare a giocare insieme ai miei fratelli la finale di Cesena».

Giacomo Vannacci [Predatori]: «Partita piena di colpi di scena, molti turnover che hanno spostato l’ago della bilancia a favore prima di una poi dell’altra squadra, noi 4 intercetti e 2 fumble recuperati, loro 3/4 intercetti.. Gli Sharks sono grande squadra, con un grande cuore…di grande rispetto e notevole atletismo. Noi perdiamo a testa alta..è stato un gran campionato e abbiamo dimostrato più volte al mondo del cif9 che tanto cenerentola non siamo, orgoglioso di essere un Predatore!»

Matteo Busi [Knights]: «Rientrare dopo tanto tempo é stato bellissimo, soprattutto dopo una vittoria così importante. I ragazzi hanno fatto tutto il possibile per mettermi nelle condizioni migliori per sviluppare il nostro gioco. Dopo una partenza difficile siamo riusciti a trovare la giusta tranquillità e sicurezza necessaria ad affrontare una squadra forte come i Bills. E ora: Nine bowl!»

 

|_

@luca_correnti

foto: Giusy Io

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO