Schegge di bricolage informatico

0
567

Quante volte alle richieste dei coaches per avere qualche utilissimo tool software di analisi i dirigenti delle squadre rispondono: “Ma ci costa un abominio! Non abbiamo abbastanza soldi per potercelo permettere.” Come recitava una vecchia canzone anni ’80: “Money’s too tigh to mention.”

Intendiamoci, fortunatamente non capita a tutti, ma molti team si trovano davvero in difficoltà a sostenere il costo per un software professionale che andrebbe inevitabilmente a sottrarre risorse ad altre aree, il che porta nella grande maggioranza dei casi alla rinuncia o a soluzioni di bricolage informatico.

Il coach non demorde e colto dalla “Sindrome di Google” si mette a cercare soluzioni gratis al suo problema. Purtroppo però la ricerca sortisce risultati parziali o non all’altezza delle aspettative. Nasce l’idea di fare qualcosa di personalizzato, magari sfruttando qualche software shareware e il famosissimo foglio di calcolo partorito dalle menti di Cupertino. E qui emergono i primi scogli veri: la moglie che è sempre più convinta di aver sposato un cerebroleso e la competenza informatica. La soluzione però esiste e si può realizzare una piattaforma in grado di fare telestrating(mettere i cerchietti e le righette sui video che fa tanto commentatore NFL), raccogliere i dati di gioco ed estrapolarne le tendenze.

Andiamo con ordine però. Gli strumenti che servono sono: Kinovea (software di telestratinggratuito), Excel, un servizio di clouding, amici pronti a condividere l’esperienza e una moglie paziente (optional per i single). Serve inoltre una competenza di VBA per realizzare (o copiare dal web) le macro di caricamento e di estrapolazione dei dati. Nel caso in cui non aveste quest’ultimo requisito esiste una soluzione che vedremo più avanti. Ultimo ingrediente: abbondante colla vinilica! No, è vero, questa rubrica non è Art Attack

Chi lavora con Excel sa che il foglio di calcolo può, quasi in automatico, catturare dati da internet, quindi bastano pochi click per avere sul vostro PC le statistiche del sito federale, il che agevola non poco la fase di caricamento. Con i files video separati azione per azione e un minimo di pazienza potrete collegare i filmati ad ogni riga di database (azione), ottenendo così un primo nucleo di informazioni. A questo punto, guardando il video dentro il foglio di calcolo (si può fare), sarete in grado di completare la stringa di dati per ogni azione di gioco. Con qualche funzione di ricerca potrete poi capire le tendenze offensive e difensive dell’avversario (e anche le vostre)Finito il lavoro basterà caricare il database e i video su un servizio di clouding controllandone gli accessi.

In pratica con spesa tendente allo zero si può costruire uno strumento in grado di supportarci nello scouting. Non dico che sia la soluzione alternativa ai software a pagamento che integrano tutte le funzioni in un unico ambiente di lavoro, ma funziona e non incide sul budget della società. Casomai toglie qualche ora di sonno (i coaches non dormono, al limite riposano gli occhi) e stimola qualche segnale di impazienza da parte della compagna (ma vi risparmia la gita all’Ikea o al centro commerciale).

Se poi proprio non avete idea di che cosa stia dicendo vi basterà richiedere il pacchetto al sottoscritto. Purché non vi aspettiate molto di più di un accrocchio funzionante e gratis.

Giancarlo Pitossi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO